Share via email

Con un post pubblicato sul blog aziendale dedicato all’Europa Richard Gingras, direttore della sezione News di Google a livello mondiale, ha annunciato che dal 16 dicembre in Spagna non sarà più disponibile il servizio Google News. La decisione è conseguenza di una legge sula proprietà intellettuale approvata il 31 ottobre scorso che consente agli editori di chiedere agli aggregatori di notizie un pagamento per utilizzare link che rimandano ai propri contenuti.

Gli editori di tutto il mondo sono di fatto liberi di scegliere se essere inclusi nel servizio o meno. Il punto, per Google, è che Google News non genera ricavi (non viene mostrata nessuna pubblicità sul sito) ma allo stesso tempo porta agli editori di cui pubblica i link un ritorno importante in termini di traffico: quindi un modello come quello configurato dalla legge approvata in Spagna non è sostenibile.

Già in altri paesi Google si è trovata a fronteggiare provvedimenti tesi a regolare questo aspetto: è accaduto in Belgio e in Francia, ad esempio, con dispute legate al copyright risolte con transazioni ed accordi economici. La questione peraltro è stata sollevata più volte anche a livello di Commissione Europea, ed è di pochi giorni fa la notizia dell’adozione da parte del Parlamento Europeo di una risoluzione, indirizzata all’Antitrust, che prenda in considerazione la possibilità di richiedere agli operatori una separazione fra servizi di ricerca e servizi di natura commerciale.

La notizia è naturalmente oggetto di molte analisi e commenti, fra cui possiamo segnalare quella fatta dal direttore di Wired Massimo Russo e l’articolo di Massimo Sideri per il Corriere della Sera.

La discussione è aperta. Certamente nella ricerca di un equilibrio fra la tutela della proprietà intellettuale dei contenuti e la libertà di diffusione delle informazioni e di interconnessione che costituisce l’essenza stessa di Internet, finire per escludere i propri cittadini da un servizio che è una porzione importante dell’utilizzo quotidiano del web non sembra il risultato migliore.