Share via email

tumblr_inline_mhjrr5As3S1qz4rgp

Tra tutti gli strumenti di content marketing a disposizione delle aziende B2B, il blog è certamente il più popolare. “Nessun argomento o settore è troppo arcano per un blog”, sostiene l’esperta Rebecca Lieb tra le pagine di un suo libro, e non c’è motivo per non crederle. Tutti, anzi, sembrano concordi sul ruolo chiave che essi ricoprono come promotori attivi del traffico (e del successo) di un’azienda.

Ecco i nostri consigli per provare ad aumentare la vostra fanbase. E convincerla a tornare.

1) Il vostro blog deve essere utile
Tempestivo, divertente, utile, personale: il blog perfetto dovrebbe essere così. Scadenze rispettate (i lettori hanno bisogno di continuità), scrittura efficace e mai noiosa e, soprattutto, contenuti utili e, possibilmente, inediti. Troppi bloggers tendono a rifugiarsi nello scontato o nel ripetitivo solo per giustificare la pubblicazione di un post o per rispettare le periodicità. Bisogna scrivere tanto, ma solo se si ha qualcosa da dire. E’ un concetto molto labile.

2) Fate le vostre ricerche
Problema enorme: volete scrivere pezzi brillanti ma non sapete dove recuperare le fonti per le vostre notizie. Il segreto inconfessabile di molti social media marketers si chiama Google News. Veloce, customizzabile sulla base di qualsiasi parola chiave e di qualsiasi Paese, è davvero uno degli strumenti principe dei blogger di mezzo mondo. Mistero svelato.

3) Tornate sui vostri passi
Rileggete sempre i vostri post, lasciando passare almeno un’ora o due dalla prima stesura.  Se ricercate la perfezione, stampate il vostro testo su carta. Non immaginerete mai quanto il risultato vi sembrerà diverso.

4) Sfruttate i social
Utilizzate i canali social per aumentare la diffusione dei post. Twitter, per sua natura, si conferma il più indicato. Secondo posto per Google+ e le sue community (con tanto di hashtag), vera e propria sorpresa degli ultimi mesi in tema di social network.

5) Dategli quello che vogliono
Ai vostri lettori, naturalmente. Monitorare l’andamento dei post in termini di audience vi aiuterà certamente a capire quali solo i temi intorno ai quali confluisce un interesse maggiore. Vi basterà continuare in quella direzione.

6) Createvi una lista di influenze
Ognuno dovrebbe avere una – chiamiamola così – lista di influenze. Presupponendo che, qualunque sia la direzione intrapresa dal vostro blog, esso avrà una tematica di fondo o quantomeno sarà mosso da una cerchia di interessi specifici, conoscerete sicuramente una decina di influencers in quel determinato settore. Il consiglio è molto semplice: al di là del servirvi costantemente di loro per tenervi aggiornati, cercate di costruire delle relazioni. Promuovete il loro lavoro inserendo link all’interno dei vostri articoli, commentate i loro materiali, esponetevi. Chissà che con il tempo non ricambino il favore. Attenti solo a non dimenticarvi dei vostri lettori: i loro commenti, positivi o negativi che siano, meritano sempre una risposta.