Share via email

I report del Pew Research Center’s Internet & American Life Project offrono da anni una serie di chiavi di lettura del fenomeno internet e dei suoi impatti sulle nostre vite di tutti i giorni.
MarketingProfs dedica un articolo all’edizione 2013 del Report e si sofferma in particolare sui social network: i dati sull’audience US dimostrano che il 72% degli utenti internet americani sono anche utilizzatori di social network. Analizzando più nel dettaglio la penetrazione dei social nelle diverse fasce di età si scopre anche che il fenomeno non è assolutamente limitato alle fasce più giovani: si passa dall’89% di utenti social nella fascia d’età 18-29 per arrivare a un comunque rispettabile 43% nella fascia over 65).

 who-uses-social-networks-pew-2013

Ci siamo chiesti se e quanto queste statistiche americane siano ricalcate nel profilo della popolazione italiana di utenti internet. La risposta è sì: i dati sono molto simili, anzi addirittura maggiori per quanto riguarda la penetrazione dei social media e “migliori” per quanto riguarda la “socialità” delle fasce più anziane (dove però la penetrazione di internet in genere è più bassa che nei paesi anglosassoni).

trend_social_audiweb

Andamento penetrazione social network su totale utenza internet italiana – elaborazione LiveXtension su dati Audiweb

Audiweb ci dice che a giugno 2013 gli utenti web italiani che hanno visitato almeno uno tra Facebook, Twitter, Linkedin, Tumblr, Instagram e Pinterest sono 20.597.000. Sul totale di utenti attivi nel mese (27.414.000) fa il 75%. Dato dunque superiore a quello americano.

Naturalmente, la parte del leone in Italia la fa Facebook. È vero che Audiweb, rilevando gli accessi dai soli pc (non dai dispositivi mobili, che saranno integrati nella rilevazione a partire dal 2014), tende inevitabilmente a sottostimare Twitter e Instagram: difficile credere che la penetrazione di Twitter in Italia sia solo il 9,6% rispetto al 18% degli USA, anche perché gli stessi dati Audiweb mostrano che in passato Twitter ha toccato il 13% di active reach. Un dato essenziale per comprendere le dinamiche di fruizione del web italiane è che la quasi totalità degli utenti di ciascuno dei social network minori è comunque anche su Facebook. Sempre da dati Audiweb, l’unico sito che riesce ad “aggiungere” qualche centinaia di migliaia di utenti propri ai 20 e passa milioni di Facebook è Linkedin (a giugno, è Linkedin aggiunto a Facebook a portare i 20.386.000 di Facebook a 20.597.000 utenti complessivi).