Share via email

hashtag

Tanto calcio, ma anche tanta tradizione nella nostra rubrica dedicata ai trending topic della settimana appena conclusa. Unico argomento fuori dal coro è stato il caso Cassimatis, che ha riproposto il tema del deficit democratico interno al Movimento 5 Stelle.

#Cassimatis: secondo il giudice del tribunale di Genova, Marika Cassimatis aveva tutto il diritto di presentarsi alle comunarie indette del Movimento 5 Stelle per scegliere il candidato pentastellato, che dovrà correre per la poltrona di sindaco del capoluogo ligure. Con il pronunciamento del giudice dunque, verrebbe meno sia la decisione di estromettere la Cassimatis, che le comunarie le aveva vinte, sia la successiva scelta di Luca Pirondini come candidato del movimento. Eppure Grillo non molla e annuncia battaglia. Scontro che è già iniziato su Twitter dove in tanti hanno commentato l’accaduto e dove, probabilmente, le polemiche sulla bagarre interna a M5S intorno al caso Cassimatis proseguiranno anche nei prossimi giorni.

#juvebarcellona: forse il match più importante dell’intera stagione calcistica. Juventus-Barcellona, l’andata dei quarti di Champions League, ha visto la vecchia signora realizzare la sua partita perfetta, rifilando al Barcellona di Messi e compagni un secco e rotondo 3 a 0. Adesso bisogna aspettare il ritorno del 19 aprile, ma fra i tifosi bianconeri sono in tanti quelli che già vedono la loro squadra in semifinale. C’è da credere che il Barça non lascerà nulla di intentato, forte del supporto del Camp Nou e di un potenziale d’attacco che farebbe invidia a chiunque. Tuttavia, il primo scontro diretto l’ha vinto la Juve e chi ben comincia, si sa, è a metà dell’opera. I tweeter italiani, soprattutto i supporter juventini, si sono davvero entusiasmati, quasi avessero già vinto la Champions. Del resto dopo le polemiche sul caso Agnelli, questa vittoria deve aver rinfrancato non poco i tifosi bianconeri, che ora non aspettano altro di chiudere la pratica Barcellona, magari con una bella vittoria in casa dei blaugrana.

#12aprile: non che sul tavolo non ci fossero temi intriganti, interessanti o importanti, ma il 12 aprile il popolo di Twitter ha deciso di dedicarlo proprio al 12 aprile, senza pensare ad altro, forse per sfuggire anche alle orribili notizie che ci hanno tempestato nelle scorse settimane o più semplicemente per prendersi un giorno di pausa dal gossip, dalle news e dai fake. E allora largo spazio ai ricordi, al “come eravamo” e alle cavolate più indicibili perché ogni tanto ci vogliono pure quelle. Qualcuno in vena di grandi amarcord ha ricordato il cinquantaseiesimo anniversario del viaggio nello spazio di Jurij Gagarin.

#closing: La famiglia Berlusconi ha ceduto la sua quota del AC Milan alla società lussemburghese Rossoneri Sport Investment di Yonghong Li. Con la cessione si chiude un’epoca durata trentuno anni, costellata da tantissimi successi in Italia e all’estero, fra cui cinque coppe dei campioni, due coppe intercontinentali e otto scudetti. Adesso tutti aspettano di capire cosa cambierà con la nuova gestione e se questo Milan con gli occhi a mandorla riuscirà a replicare gli straordinari risultati dell’era Berlusconi. Nel frattempo, i tifosi e tutti gli appassionati hanno twittato senza sosta per commentare questa notizia, che segna la storia del club rossonero.

#venerdisanto: il lungo weekend pasquale è iniziato con un hashtag dedicato al venerdì santo, giorno in cui i cristiani celebrano la passione di Cristo. Grande partecipazione in tutto in Italia e nel mondo per il rito della Via Crucis, soprattutto a Roma dove, tra impressionanti misure di sicurezza, Papa Francesco ha celebrato questo tradizionale appuntamento nella splendida cornice del Colosseo.

#SerieA: la trentaduesima giornata di serie A è stata anticipata a sabato 15 aprile per permettere ai giocatori di mangiare la colomba in famiglia, ma questo non ha impedito che ci fossero sorprese e conferme utili per la classifica. Hanno vinto Juve, Napoli, Sassuolo, Empoli e Cagliari. Roma, Lazio e Torino non sono andate oltre il pareggio, rispettivamente contro Atalanta, Genova e Crotone. Pareggio anche nel derby della Madonnina, dove il Milan inizia la nuova era cinese rimontando due goal ben oltre la zona Cesarini. Unica partita a reti inviolate Palermo – Bologna.

#BuonaPasqua: semplicemente buona Pasqua. Anche perché in una delle giornate più campali della tradizione italiana, quella in cui si mangia come se non ci fosse un domani, non si ha molta forza per fare tante elucubrazioni mentali. Tanto meno twittare hashtag troppo complicati e altisonanti che impegnino troppo la mente. E allora meglio un semplice #BuonaPasqua che accontenta tutti e non scontenta nessuno.