Share via email

hashtag

Tanto calcio, soprattutto non giocato, in questa penultima settimana di fine luglio. Con la mente già occupata dalle ferie, sono stati tantissimi i tweeter italiani che si sono fatti prendere dai tormentoni calcistici del calcio mercato e da qualche questione più seria riguardante la politica e la giustizia.

#WorldEmojiDay: ditelo con una faccina! È proprio il caso di dirlo, ormai sui social si vedono più emoticon che caratteri. Proprio per questo, dal 2014 il mondo celebra il World Emoji Day, che ogni anno regolarmente entra fra i trending topic di Twitter. Non casuale la scelta del 17 luglio, voluta dal creatore Jeremy Burge perché è la data che appare sull’emoticon che raffigura il calendario.

#Cassano: aveva nostalgia di casa Antonio Cassano, ex giocatore di metà delle squadre di serie A, ceduto da ultimo al Verona. Il bomber pugliese ha lasciato il ritiro della squadra veneta e ha detto anche addio al calcio. Evidentemente Cassano deve aver pensato che il pandoro non sia all’altezza del pasticciotto della sua terra natia e che a trentacinque anni suonati sia arrivato il momento di attaccare gli scarpini al chiodo.

#Costa: le dimissioni del ministro per gli affari regionali, Enrico Costa, rischia di sgretolare la maggioranza di governo. La rinuncia al dicastero è arrivata dopo giorni di tira e molla iniziati quando  il ministro alfaniano aveva chiesto un’ulteriore riflessione sulla legge per lo ius soli. A seguito della sua presa di posizione, Costa era stato duramente criticato da più parti e invitato a dimettersi sia dalle opposizioni sia da numerosi membri della maggioranza di governo. Oltre al dicastero per gli affari regionali, il ministro ha lasciato anche il partito di Angelino Alfano rientrando in Forza Italia.

#mafiacapitale: nonostante il nome altisonante, “mafia capitale”, il processo che ha visto imputati 46 fra imprenditori, pm e funzionari vari vede decadere le accuse per mafia. Se reato c’è stato non è stato mafioso. E il reato deve esserci  visto che alcuni degli imputati, fra cui Massimo Caminati, si sono beccati vent’anni, anche se pare che la mafia non c’entri nulla. A niente sono servite le prove portate in aula dalla procura per dimostrare che anche all’ombra del cupolone si era attivato un sistema di stampo mafioso per l’assegnazione e la  gestione di appalti e commesse.

#Bernardeschi: non si può certo dire che i tifosi della Fiorentina abbiano preso bene il passaggio di Federico Bernardeschi alla Juventus. L’attaccante, cresciuto tecnicamente nelle file viola, è diventato bersaglio degli sfottò e della rabbia dei supporter della squadra dei Della Valle. In particolare sono in molti coloro che hanno vissuto il trasferimento come un vero e proprio tradimento da parte di Bernardeschi, che si sarebbe venduto per 4 milioni a stagione e la maglia numero 10 che fu di Platini e Del Piero.

#BayernMilan: il Milan abbatte il Bayern Monaco dell’ex Ancelotti con un secco 4-0 e su Twitter tifosi e detrattori dei rossoneri si sono letteralmente scatenati. Dopo il passo falso con il Borussia Dortmund, la formazione guidata da Montella si è prontamente riscattata contro una delle squadre più forti d’Europa. Un ottimo preludio di stagione, anche considerando che i rossoneri erano in versione seconda squadra.

#FandomsegueFandom: ovvero seguimi e ti ricambio, ma solo se abbiamo qualche interesse comune fra social e serie TV. Un giochino fra fan che ha animato una calda domenica di fine luglio, in cui tutti avrebbero voluto essere in qualche bella località di vacanza, ma che ha visto tanti restare a casa in attesa delle sospiratissime ferie.