Share via email

hashtag

Una settimana molto triste per lo spettacolo italiano che ha perso due icone d’altri tempi. Tuttavia le lacrime più amare sono state versate per la tragedia di Torre Annunziata, mentre lo stupore deve essere stato il sentimento per le notizie provenienti dal confine del Brennero.  

#CiaoPaolo e #PaoloVillaggio: addio al grandissimo Paolo Villaggio, indimenticabile ragioner Ugo Fantozzi e protagonista di tanti film memorabili in cui è stato diretto da grandissimi registi italiani. Genovese di nascita e romano di adozione, Villaggio si è spento a ottantaquattro anni per complicazioni respiratorie legate al diabete di cui soffriva. L’attore è stato senza ombra di dubbio uno dei comici più importanti del cinema italiano, ma anche e soprattutto uno dei volti più amati dal pubblico, che ne ha sempre apprezzato le interpretazioni.

#Austria: non passa lo straniero! A distanza di 100 anni le posizioni sembrano proprio essersi invertite e questa volta a dirlo sono i nostri vicini di casa austriaci. A Vienna devono essersi sentiti dei gran fighi per aver deciso di schierare l’esercito alla frontiera con l’Italia, in modo da bloccare ulteriori arrivi di cittadini extracomunitari provenienti dal nostro territorio. Certo, magari le nostre frontiere avranno le maglie un po’ larghe, ma è pur vero che la questione immigrazione non può essere risolta rispolverando antiche usanze che il progetto europeo aveva mandato in pensione da tempo. Schierare l’esercito al confine è roba da 1800, al massimo da Prima Guerra Mondiale, e dunque ha fatto bene il segretario generale del nostro Ministero degli Esteri, Elisabetta Belloni, a convocare l’ambasciatore austriaco alla Farnesina per chiedere spiegazioni. #GrandeBetty!

#PieroAngela e #Superquark: il 5 luglio, i tweeter italiani hanno deciso di dedicarlo all’inossidabile, ineguagliabile e intramontabile Piero Angela. 90 anni una lucidità e una tempra che farebbero invidia a qualsiasi pischello e una capacità di tenere incollata la gente davanti alla TV che molti giornalisti e personaggi dello spettacolo vorrebbero avere. Nella mattinata di mercoledì Twitter è letteralmente impazzito sull’onda della notizia che lui, il divulgatore italiano per eccellenza, ha gentilmente messo a tacere tutti gli endorsement che lo vorrebbero senatore a vita. Mister Superquark ha detto di no, perché lui fa un altro lavoro e perché la politica è troppo litigiosa. E che lui faccia un altro lavoro lo ha dimostrato poche ore dopo, portando in prima serata una nuova puntata di Superquark, che è finita fra i trending topic e ha fatto registrare una media di 3 milioni di telespettatori.

#giornatamondialedelbacio: un bacio è qualcosa di più! Così recitava una delle più famose pubblicità dei primi anni duemila. E deve essere vero se, anche quest’anno, la Giornata mondiale del bacio ha sbaragliato tutta la concorrenza rimanendo fra i trending topic di Twitter per l’intera giornata del 6 luglio. Che sia alla francese, a stampo o sulla guancia, un bacio scalda il cuore, anche il più arido. Proprio per questo, un gesto tanto dolce quanto talvolta appassionato merita di avere una giornata a lui dedicata, un giorno in cui tutti possano esprimere il loro affetto o il loro amore semplicemente con un bacio.

#TorreAnnunziata: il crollo di una palazzina di quattro piani a Torre Annunziata, nel quale sono morte otto persone, ha spinto i tweeter italiani a chiedersi se, ancora nel 2017, siano accettabili simili tragedie. Soprattutto se le cause sono da imputarsi a un uso improprio degli spazi e alla volontà di snaturare un’area verde condominiale ignorando le linee guida dei piani regolatori e magari senza autorizzazioni. Dopo l’immane disastro, quel che resta sono il dolore e la rabbia di coloro che sono sopravvissuti e di tutti quelli che proprio non comprendono come si possa morire in questo modo fra le pareti della propria casa.

#ElsaMartinelli: a pochi giorni dalla scomparsa di Paolo Villaggio, il mondo dello spettacolo perde anche Elsa Martinelli, che si è spenta a Roma a 82 anni dopo una lunga malattia. L’attrice, divenuta famosa come modella negli anni quaranta, ha lavorato con grandi registi italiani e stranieri, a fianco di icone del cinema mondiale quali sono stati John Wayne, Marcello Mastroianni e Robert Mitchum.

#CampioniDelMondo: tanto tanto tempo fa, in quel di Berlino, la nazionale italiana di calcio vinceva la sua quarta Coppa del mondo. Era il 9 luglio del 2006 quando Cannavaro e compagni, guidati da Marcello Lippi, riuscirono ad alzare la coppa al cielo. L’intero Paese, che si era fermato per vedere la finale, esplose in una gioia senza pari. Il cielo diventò immediatamente azzurro sopra Berlino, anche se ormai era notte fonda, e il riff di Seven Nation Army degli White Stripes divenne l’inno ufficiale della vittoria. Dopo quel momento più nulla, se non qualche tweet a commemorazione di quel trionfo che ormai si perde fra le pieghe della storia del calcio.