Share via email

hashtag

Una settimana ricca di notizie e variegata negli argomenti quella appena conclusa. E così i tweeter italiani hanno spaziato su più fronti, dando sfogo ai loro commenti in materia di politica, sport e costume. In questo bailamme generale, c’è stato modo di parlare anche di una delle vicende più tristi della recente storia italiana. 

#maturità2017: lunedì 30 gennaio il MIUR ha reso noto l’elenco delle materie previste per le seconde prove dell’esame di maturità 2017. Latino al classico, matematica allo scientifico ed economia aziendale per l’indirizzo amministrativo degli istituti tecnici; questa in sintesi sarà la maturità di quest’anno, che avrà inizio il 21 giugno con la prova di italiano. Nessuna sorpresa dunque, ma il comunicato del Ministero ha comunque suscitato molti commenti fra i tweeter italiani, soprattutto fra i baldi giovani che il prossimo giugno saranno impegnati con l’esame probabilmente più importante della loro vita. Eh già perché anche se gli esami non finiscono mai, sebbene l’università possa vantare la più alta concentrazione di test, prove e compiti per anno solare, come canta Venditti, la notte prima degli esami sarà sempre e soltanto quella che precede la maturità.

#Viareggio e #Moretti: sono passati quasi otto anni dalla strage di Viareggio, ma nella piccola città versiliese nessuno ha mai dimenticato quella terribile notte di fine giugno, in cui un treno trasportante gpl si ribaltò ed esplose, spazzando via un’intera strada adiacente alla stazione e mettendo fine a 32 vite. Dopo una lunga attesa, si è concluso il primo grado di giudizio del processo che vede imputato fra gli altri l’ex AD di Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti. Il tribunale di Lucca ha condannato a sette anni Moretti in quanto amministratore delegato di RFI una controllata di FS e altri due manager del gruppo Ferrovie dello Stato. Le famiglie delle vittime hanno già annunciato il ricorso in appello e su Twitter continuano a rimbalzare commenti sulla sentenza che chiedono giustizia e verità. Come andrà a finire è difficile dirlo. Il timore è che questa tragedia si trasformi in una delle tante stragi senza risposta che hanno segnato la storia del nostro Paese.

#Napolitano: “Un Paese civile vota a scadenza naturale”. Queste, più o meno, le parole pronunciate mercoledì 1 febbraio dal senatore a vita Giorgio Napolitano, parole che hanno infiammato gli animi di politici, commentatori e di larga parte degli italiani. Per usare un paragone calcistico, l’intervento dell’ex Presidente della Repubblica è sembrato a molti un’entrata a gamba tesa, un fallo da ultimo uomo, ma anche un tentativo di scavalcare l’autorità del suo successore. Inutile dire che, anche su Twitter, le dichiarazioni di Napolitano hanno sollevato un vespaio di polemiche che difficilmente si calmerà in tempi brevi. Del resto, al di là dell’opportunità politica, le parole del senatore a vita sono solo l’ennesima riprova di un Paese spaccato anche in merito alla questione del voto anticipato.

#DivideTour: saranno due le date italiane del Divide Tour di Ed Sheeran. Il cantante britannico ha annunciato la seconda data a Pala Alpitour di Torino e il #DivideTour è balzato immediatamente in testa ai trending topic grazie ai fan italiani che sono letteralmente impazziti. Il richiestissimo bis è stato deciso dalla produzione dopo che i biglietti per il primo concerto del 17 marzo sono stati letteralmente polverizzati nel giro di poche ore e soprattutto dopo le polemiche relative alle vendite, il cui funzionamento sembra essere un po’ fumoso. E così il 16 marzo, Ed Sheeran delizierà il pubblico italico con un secondo strepitoso live che siamo certi sarà presto sold out.

#VirginiaRaggi: “Non sapevo di essere la beneficiaria”. Questa la difesa di Virginia Raggi quando i pm romani le hanno chiesto informazioni relativamente alle due polizze sottoscritte da Salvatore Romeo e di cui lei sarebbe beneficiaria. Pare che la povera Virginia non sapesse assolutamente nulla della questione e che questa nuova tegola sia giunta del tutto inaspettatamente sulla sindaca, che ormai passa le sue giornate a schivare ostacoli di ogni tipo. Tra inchieste giudiziarie, malcontento cittadino, fughe di aziende verso il nord e la pressione del movimento, la prima cittadina romana sembra non avere pace. Chi ci rimette è la città, che dopo otto mesi continua a essere in balia degli eventi e priva di una giunta realmente funzionante.

#MariaDeFilippi: in realtà sabato 4 febbraio non c’è stato un vero hashtag dominante fra le tendenze di Twitter. Certo è che tutti quelli collegati ai programmi di Maria De Filippi sono finiti a turno in testa alla classifica dei trending topic italici. #Amici16 e #cepostaperte, i due format di punta del brand De Filippi continuano a riscuotere enorme successo fra il pubblico e siamo certi che la partecipazione di Maria a Sanremo, in veste di co-conduttrice accanto a Carlo Conti, non farà altro che accrescere la popolarità della regina della televisione italiana.

#JuveInter: è finito 1 a 0 il secondo derby d’Italia del campionato 2016-2017. I padroni di casa della Juve, forti anche del tifo dello Juventus Stadium, hanno battuto di misura l’Inter di Pioli in quella che è la classica di serie A. Inutile dire che ci sono state tantissime polemiche che, come sempre, hanno fatto da corollario all’incontro. In particolare, l’allenatore dei nerazzurri rivendica due rigori negati per la sua squadra, che avrebbero di fatto falsato il risultato finale. In ogni modo, con questa vittoria, la Juve si conferma sempre più saldamente in testa alla classifica davanti a Napoli e Roma.