Logo Cisco

Cisco e Enel: accordo su digitalizzazione e servizi innovativi

Le due aziende svilupperanno insieme soluzioni digitali nel settore energetico e realizzeranno programmi di formazione per contribuire a colmare il “gap” italiano sulle competenze digitali. Internet delle Cose, Cybersecurity e integrazione fra tecnologie digitali e tradizionali sono le aree principali di collaborazione. 

Leggi tutto »

Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)
Logo Cisco

TIM accelera sulla trasformazione della rete: accordo con Cisco per il rinnovo dell’infrastruttura OPM

L’ammodernamento della rete Optical Packet Metro di TIM, che raccoglie e aggrega gli accessi delle linee fisse, mobili e aziendali, prevede l’introduzione della tecnologia Cisco ASR 9000. L’iniziativa consente una maggiore velocità ed efficienza a supporto del crescente traffico video e dati e integra tecnologie funzionali anche all’adozione del 5G.

Leggi tutto »

Share via email
Logo Cisco

Cisco reiventa la rete: una piattaforma intuitiva, automatizzata, sicura e che impara da sola

Cisco presenta oggi nuovi sistemi di networking intent-based, raggiungendo uno dei più importanti e significativi traguardi nell’ambito del networking enterprise. Questa innovazione è l’espressione della visione Cisco volta a creare un sistema intuitivo che anticipa le azioni, blocca le minacce alla sicurezza, apprende e evolve continuamente. In questo modo le aziende potranno aprirsi a nuove opportunità e trovare soluzioni a sfide precedentemente irrisolvibili in un’era sempre più connessa e distribuita. 

Leggi tutto »

Share via email
Logo Cisco

Cisco Visual Networking anticipa il futuro: più oggetti che smartphone in rete, oltre metà della popolazione internauta e il video protagonista da qui al 2021

 

Secondo lo studio Cisco Visual Networking Index™ (VNI) Complete Forecast, nel corso dei prossimi cinque anni (2016 – 2021), la trasformazione digitale continuerà ad impattare significativamente le esigenze e i requisiti delle reti IP. I principali indicatori includono un aumento degli utenti Internet (da 3,3 a 4,6 miliardi o 58% della popolazione globale1 che in Italia arriveranno a 44 milioni (73% della popolazione), rispetto ai 39 milioni (65% della popolazione nel 2016), una maggiore adozione di dispositivi personali e connessioni machine-to-machine (da 17,1 miliardi a 27,1 miliardi dal 2016 al 2021 che in Italia rappresenteranno 500,3 milioni, rispetto a 294,1 milioni del 2016.), aumento della velocità media della banda larga (da 27,5 Mbps a 53,0 Mbps che in Italia passerà da 16,4 a 24,3 Mbps), e più visualizzazioni video (dal 73% all’82% del traffico IP totale). In Italia il traffico IP video nel 2021 sarà il 79% del totale, rispetto al 67% registrato nel 2016. Nel periodo di previsione, il traffico IP globale crescerà di 3 volte, raggiungendo un run rate annuale di 3,3 zettabyte entro il 2021, rispetto a 1,2 zettabyte nel 2016. Anche Italia, il traffico IP crescerà di 3 volte, passando a 1 a 3 exabyte/per mese, con un tasso di crescita annuo CAGR del 23%.

Leggi tutto »

Download  

Share via email
Immagini
Logo Cisco

Come mai i progetti smart city falliscono? Una ricerca Cisco-DTI per aiutare la pubblica amministrazione a capire quali sono gli ostacoli ed evitarli

Anche partendo con le migliori intenzioni, le iniziative in ambito smart city possono scontrarsi con difficoltà oggettive, che riducono potenzialità e risultati. Eppure gli strumenti a disposizione ci sono tutti:  le tecnologie sono consolidate e facilmente accessibili, l’attenzione al tema del digitale è molto più alta che in passato,  gli esempi di successo a cui ispirarsi non mancano,  le persone – al lavoro, a scuola, nella vita privata  –  vivono in modo sempre più connesso. Perché allora spesso il percorso per le digitalizzazione delle nostre città si rivela un percorso a ostacoli?

Per rispondere a questa domanda, Cisco e il Digital Transformation Institute hanno realizzato la ricerca “Smart city, quali impatti sulle città del futuro?” che si è proposta di definire i possibili elementi che possono portare al fallimento di un progetto; per identificare i principali fattori di rischio e offrire alle pubbliche amministrazioni locali uno strumento per individuare per tempo i modi migliori di superarli.

Leggi tutto »

Share via email