Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo Canon

Questo documento illustra tecnologie nuove o migliorate che non si trovano nei modelli precedenti

Nuovo sensore da 20.2 megapixel con AF Dual Pixel CMOS
Il sensore CMOS full frame da 20,2 megapixel a elevata gamma dinamica, sviluppato e realizzato da Canon, riduce il rumore con qualunque valore ISO. Questo eccezionale sensore assicura immagini di alta qualità in tutte le condizioni di ripresa.

EOS-1D X MARK II è la prima reflex full frame con autofocus Dual Pixel CMOS, che ora può essere impiegato con tutti gli obiettivi EF. L’autofocus con Movie Servo AF è utilizzabile quando si riprendono filmati 4K, insieme con la funzione High Frame Rate (slow motion Full HD 120p). Durante il Live View e la ripresa di filmati con Dual Pixel CMOS AF, che copre l’80% della superficie del sensore, il display LCD della fotocamera consente ai fotografi di utilizzare il touch screen per selezionare i punti di messa a fuoco, ottenendo transizioni più fluide.

Nuovo doppio processore DIGIC 6+
EOS 1D X Mark II utilizza un nuovo doppio processore DIGIC 6+ che consente prestazioni eccellenti quali il video 4K/60p, il raggiungimento di 16fps e precisione AF impeccabile, inoltre permette di applicare alle fotografie la correzione della aberrazione cromatica, della distorsione e dell’illuminazione periferica, insieme all’introduzione della nuova funzione Digital Lens Optimizer (prima utilizzabile solo con il software Digital Photo Professional di Canon) direttamente in camera. Questa nuova funzione consente l’ottimizzazione dell’immagine per avere la più alta qualità possibile già sulla fotocamera.

AF AI Servo III+
Canon AF AI Servo III+ è dotato di un nuovo algoritmo AF che, insieme con il sistema EOS Intelligent Tracking and Recognition (EOS iTR), migliora la sensibilità di inseguimento del soggetto nelle scene in cui il movimento dello stesso può verificarsi all’improvviso. Come risultato, consente una precisa e accurata messa a fuoco anche in situazioni o ambienti critici.

Sistema di guida dello specchio
Per offrire elevate velocità di ripresa e un autofocus preciso e rapido, è di vitale importanza che non vi siano rimbalzi dello specchio e che torni alla posizione originaria nel modo più rapido e accurato possibile. Per ottenere ciò, EOS-1D X MARK II è dotata di un sistema a due motori separati a coppia elevata per guidare lo specchio e armare l’otturatore. Questo consente di ottenere uno scatto ad alta velocità e contemporaneamente d’isolare da una sfavorevole reciproca influenza le due differenti fasi.

Sia il motore di azionamento dello specchio sia quello di armamento dell’otturatore hanno un supporto flottante in materiale elastico. Questo riduce il rumore di funzionamento ed evita che le mani dell’utilizzatore percepiscano fastidiose vibrazioni durante la ripresa.

14 fotogrammi al secondo
EOS-1D X MARK II offre un’alta velocità di scatto a 14 fps con misurazione esposimetrica e tracking AF, e fino a 16 fps in Live View con AF bloccato sul primo fotogramma. I fotografi possono ottenere queste velocità nei formati RAW o JPEG. Ciò è possibile grazie alle tecnologie di lettura ad alta velocità incorporate nel sensore, al doppio processore d’immagine DIGIC 6+ e anche al nuovo sistema di azionamento dello specchio.

GPS
Per la prima volta è disponibile in una reflex digitale serie EOS-1 il GPS interno, che offre compatibilità con i satelliti GPS (USA), GLONASS (Russia) e Quasi-Zenith Satellite Michibiki (Giappone), satelliti di posizionamento globale. La fotocamera aggiunge informazioni Geotag (longitudine, latitudine, altitudine, più Coordinated Universal Time) ai metadati dell’immagine, una funzione in più per le agenzie e i fotografi che vogliono sapere esattamente quando e dove sono state scattate le immagini. Il sistema GPS imposta automaticamente anche l’orologio della fotocamera in base ai dati provenienti dai satelliti, mentre una funzione di registrazione consente all’utente di tracciare i percorsi effettuati con la fotocamera, che possono poi essere inseriti nei sistemi di mappatura.

Scheda multimediale CFast 2.0™
EOS-1D X MARK II è la prima fotocamera EOS caratterizzata da uno slot per schede CFast 2.0™, oltre allo slot per le tradizionali schede CompactFlash. La scheda di memoria CFast 2.0™ è di dimensioni simili a una CompactFlash ma ha i contatti incassati che la rendono più robusta e meno soggetta a problemi riguardanti contatti piegati. CFast 2.0™ ha attualmente una velocità di scrittura fino a 440MB/s, ben tre volte più rapida della più veloce CompactFlash (150 MB/s), permettendo così una raffica continua di 170 immagini RAW a piena risoluzione.

Sensore di misurazione RGB+IR 360K
EOS-1D X MARK II è munita di un sensore di misurazione RGB+IR con 360.000 pixel effettivi (1.404 x 990, vicino alla risoluzione SXGA+). La misurazione valutativa della luce continua e flash si basa sulle informazioni ricavate dal sensore. Il sensore include pixel IR che rilevano gli infrarossi (IR), il che aiuta il sistema EOS Scene Detection ad analizzare le scene e a migliorare la precisione AF. I pixel IR, insieme ai pixel RGB, sono utilizzati anche per rilevare la luminosità, il colore e i volti. Oltre a prendere in considerazione le informazioni sulla distanza, l’algoritmo riconosce anche un soggetto sulla base del rilevamento dei volti e delle informazioni sul colore.

Rilevamento dello sfarfallio
Sotto una luce con una frequenza di emissione come quella delle lampade fluorescenti, utilizzando un tempo di posa veloce si possono ottenere esposizioni e colori irregolari a causa dello sfarfallio della luce. EOS-1D X MARK II, come EOS 7D Mark II, EOS 5D R e EOS 5DS, rileva la frequenza delle fonti di luce e adatta i tempi di scatto in modo da catturare immagini in prossimità dei picchi di luminosità per ridurre gli effetti di flickering. Questa funzione opera con una frequenza di 100 Hz e 120 Hz, e ha un algoritmo migliorato per impedire rilevamenti errati.

EOS video 4K e frame grab
EOS-1D X MARK II ora include l’acquisizione di filmati 4K fino a 60p e Full HD fino a 120p. I video 4K 60p sono registrati internamente alla scheda CFast 2.0™ nello standard 4K DCI a 4096×2160 (17:9). Il filmato 4K risultante è catturato a risoluzione nativa sul sensore per una nitidezza eccezionale. La fotocamera ha un’uscita HDMI pulita a risoluzione Full HD, con un campionamento colore 4.2.2 a 8 bit. Il video 4K può anche essere utilizzato per estrarre fotogrammi (frame grab) ad alta risoluzione da 8,8 megapixel. L’utente può visionare il filmato sul display posteriore della fotocamera in slow motion e selezionare un fotogramma come immagine a sé stante. Ciò è ideale per soggetti in rapido movimento quando è possibile riprendere a 60 fps in 4K, o per consegnare foto e video ad alta risoluzione ai clienti.

Schermo ad alta risoluzione con funzioni touch
Lo schermo LCD di EOS-1D X MARK II è stato riprogettato con una risoluzione ancora più elevata di ben 1.620.000 punti e include un nuova struttura frontale anti-alias per garantire una visione nitida e dettagliata delle immagini. Lo schermo è dotato anche di tecnologia Canon Clear View II, che rimuove lo strato d’aria tra lo schermo e la copertura in vetro, prevenendo i riflessi.

È la prima volta che un LCD touch screen è incluso in un corpo reflex Canon full frame. Il nuovo touch screen è attivato solo quando si utilizza la fotocamera in modalità Live View, o durante la ripresa di filmati, offrendo la libertà di selezionare i punti AF e una visione ingrandita.

Connettività super-veloce tramite USB 3.0, Ethernet e Wi-Fi
Il terminale SuperSpeed ​​USB 3.0 permette il trasferimento ad alta velocità delle immagini al computer. EOS-1D X MARK II, come EOS-1D X, offre ai fotografi la possibilità di trasmettere i file in rete tramite una porta Ethernet incorporata o un adattatore Wi-Fi opzionale. EOS-1D X MARK II è compatibile con l’attuale adattatore wireless WFT-E6 per EOS-1D X, tuttavia il nuovo adattatore WFT-E8 offre una maggiore velocità di trasmissione sfruttando lo standard 802.11ac (banda da 5 GHz). Utilizzando accessori Canon WFT compatibili è possibile, attraverso l’app Canon Connect (iOS e Android), azionare la fotocamera a distanza.