Share via email

Logo Cisco

Il Cloud è la via del futuro e rappresenta oggi uno dei punti chiave per il successo delle aziende. Spostare processi e funzioni sul cloud si conferma un passaggio fondamentale per le aziende, a prescindere dalla struttura e dalle dimensioni.

“Si tratta di un passaggio inevitabile, ma non tutte le aziende sono pronte per questa transizione,” ha commentato Michele Dalmazzoni, Collaboration & Industry Digitization Leader di Cisco Italia, “ed è proprio grazie alla nostra esperienza che possiamo supportarle nel passare al cloud quando e come ha senso per loro.”

Una delle principali difficoltà da superare sta nel piano di investimento e nel processo di acquisto. Fino ad oggi i clienti hanno dovuto acquistare soluzioni on-premises e in cloud in modalità differenti. A volte la scelta della soluzione era dovuta alla preferenza tra un modello di acquisto basato su spese operative o su spese in conto capitale (OpEx o CapEx). Oggi Cisco introduce il nuovo Cisco Spark Flex Plan che semplifica il processo e aiuta le aziende ad abbracciare cloud e collaboration.

Con un unico contratto, Spark Cisco Flex Plan dà alle aziende la flessibilità di scegliere servizi basati su cloud, on-premise, o parte di entrambi con l’ulteriore possibilità di cambiare il mix prescelto in qualsiasi momento; mantenendo il prezzo invariato.

  • Per le riunioni, è possibile scegliere tra Cisco Spark Meetings, WebEx, basate su cloud o Cisco Meeting Server, la soluzione on-premises annunciata recentemente.
  • Per le chiamate, sono disponibili Cisco Spark via cloud, o Cisco Unified Communications Manager, on premises.

Ed è possibile cambiare idea su una soluzione adottata o su entrambe in qualsiasi momento. Con un approccio, flessibile, economico e semplice.

Semplice da usare e ancor più da integrare: Cisco Spark Depot

Quando gli strumenti di lavoro preferiti funzionano insieme in modo semplice, sembra una magia. Ecco perché quando Cisco ha realizzato Cisco Spark l’ha pensato come piattaforma aperta. In questo modo è facile da integrare Cisco Spark nativamente in altre applicazioni, come sta accadendo con Salesforce.

Cisco Spark Depot renderà ancora più semplice trovare le integrazioni e questo semplificherà ulteriormente la giornata lavorativa. Cisco Spark si integra con Google Calendar, Jive, Trello, Box, Red Booth, e altri strumenti di lavoro. E i partner sono costantemente al lavoro per aggiungere nuove integrazioni quotidianamente https://depot.ciscospark.com/

Questa ultima espansione della piattaforma Cisco Spark offre una serie sempre più ampia di integrazioni e bot per gli utenti e le imprese di tutte le dimensioni.

Lavorare meglio lavorando insieme

E’ tutta una question dei integrazione e interconnessione: collegando i propri strumenti di lavoro preferiti alle room di Cisco Spark si possono ricevere le notifiche, ad esempio quando:

  • viene aggiornato un file
  • viene creato un account
  • un’attività è stata completata

La configurazione delle integrazioni è stata semplificate ed attualmente è possibile con JIRA, Trello, Microsoft Office 365, Wunderlist, e anche con strumenti di CRM enterprise come Salesforce e ServiceNow.

Qual è la differenza tra integrazioni e bot?

  • L’integrazione fornisce notifiche di base per un servizio, agendo per conto di un utente Spark Cisco.
  • Un bot può eseguire attività per uno degli utenti nella room, presentandosi come un altro utente. Oltre a inviare messaggi, un bot può inviare i file e rispondere ai messaggi – oltre che unirsi alle chiamate.

Per esempio, la responsabile delle risorse umane Maria e Bob utilizzano Spark per lavorare insieme nelle varie fasi di un’assunzione, dal reclutamento, l’assegnazione dei benefit, e così via. Al di fuori di Spark, usano Redbooth per la gestione delle attività e ServiceNow per la risposta agli incidenti.

  • Quando Bob aggiorna un modello in Redbooth con un’attività, grazie all’integrazione con questo strumento. nella stanza virtuale di Spark, appare automaticamente un messaggio che descrive il cambiamento
  • Maria vede la nota e organizza una chiamata Spark con Joe e altri colleghi del team di squadra per decidere se devono fare un aggiornamento del sistema. E lo fanno.
  • Maria in modo altrettanto semplice integra ServiceNow con la stanza adatta. Quando lei aggiunge aggiornamenti al di fuori di Spark, questi vengono aggiunti immediatamente anche nella room di Spark. I suoi colleghi, anche quelli che non usano ServiceNow – vengono informati all’istante.

Grazie alla capacità di integrazione di Spark, il lavoro di squadra tra Maria e Bob è diventato più collaborativo, semplice ed efficiente.

Semplice per gli utenti, semplice per gli sviluppatori

Non solo si possono scoprire nuove applicazioni di Cisco Spark Depot ogni settimana, ma è anche possibile pubblicare le proprie creazioni. E tutti gli utenti Cisco Spark possono utilizzarle. Sviluppatori, partner, o ISV sono invitati a presentare le proprie idee tramite il portale Cisco Spark for Developers per contribuire a migliorare ulteriormente Cisco Spark ed entrare a far parte dell’ecosistema Cisco.

Inoltre è possibile integrare soluzioni proprietarie delle aziende e renderle disponibili privatamente sul proprio dominio solamente per i propri utenti.

Cloud o on premises? Il meglio di entrambi i mondi con Hybrid Media Service

Cisco Spark Hybrid Media Service permette di portare un po’ della “magia” del cloud nelle installazioni on premises, permettendo ai clienti di implementare i meeting Cisco Spark on-prem, nel cloud, o anche in entrambe le modalità allo stesso tempo. Il servizio determina automaticamente il modo migliore per avviare il meeting per ogni utente – da locale se gli utenti sono in ufficio o via cloud se non lo sono.

Ciò semplifica anche la pianificazione delle risorse potendo aggiunger utenti tramite cloud una volta esaurite le risorse locali. Grazie a Cisco Spark Hybrid Media Service, qualsiasi riunione può includere il maggior numero di partecipanti, a seconda della necessità, senza limitazioni. Il servizio migliora la qualità di audio e video, mantiene i media on-prem per la privacy, e riduce i costi di banda Internet, eliminando i problemi di hair-pinning dei media sul cloud. Può essere configurato in meno di dieci minuti. Cisco Spark Hybrid Media Service è già disponibile senza costi aggiuntivi per i clienti di Cisco Spark meeting.

Per le piccole imprese per iniziare con semplicità: la Business Edition

Anche le piccole imprese hanno grandi esigenze di collaborazione. E Cisco si impegna per aiutare le aziende di qualsiasi dimensione a iniziare con soluzioni di collaborazione ‘da grandi’. Cisco annuncia oggi due aggiornamenti alla soluzione Cisco Business Edition:

  • Cisco Business Edition 4000 è una nuova piattaforma di telefonia basata on premises e gestita via cloud ideale per le piccole e medie imprese che fornisce telefonia su IP e segreteria telefonica per un massimo di 200 dispositivi a prezzi accessibili. Super facile da installare, pronta per essere installata dai partner e funzionante in meno di un giorno. Inoltre, la Business Edition 4000 accompagna le piccole aziende sulla strada per il successo: l’investimento iniziale nei telefoni si integrerà con le tecnologie di cui avranno bisogno nel tempo e che si evolveranno le loro esigenze di comunicazione – sia che decidano di spostarsi verso il cloud o di rimanere in locale.

 

  • La Business Edition 6000 è ancora più facile da installare e i partner impiegheranno ancora meno tempo. Il nuovo strumento di gestione consente ai partner di sbrigare molto lavoro prima della consegna presso il cliente, riducendo i tempi di installazione fino al 60%. Un ulteriore vantaggio per i clienti e per i partner Cisco.