Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo Cloudera

I risultati dei benchmark mostrano che la soluzione sviluppata congiuntamente permette l’utilizzo dell’apprendimento automatico con set di dati di più grandi dimensioni in meno tempo e con meno dispositivi hardware

Cloudera, fornitore globale della piattaforma di analisi, gestione dei dati e apprendimento automatico più veloce, semplice e sicura basata sulle più recenti tecnologie open source, annuncia una soluzione testata congiuntamente con Intel per migliorare le capacità dei carichi di lavoro di apprendimento automatico (ML) e intelligenza artificiale (AI). In particolare, i test di benchmark su Cloudera con Apache Spark e Intel® Math Kernel Library (Intel MKL), rilasciato di recente, dimostrano che l’offerta combinata può migliorare le prestazioni di apprendimento automatico su grandi insiemi di dati in meno tempo e con un minor utilizzo di hardware. Questo consente alle aziende di accelerare i loro investimenti nell’analisi predittiva di nuova generazione.

Cloudera è il leader nello sviluppo, formazione e servizi di Apache Spark, che sta migliorando l’apprendimento automatico su sistemi distribuiti con strumenti diffusi. Unendo le forze, Cloudera e Intel promuovono una missione congiunta verso l’eccellenza nella gestione dei big data al fine di ottenere migliori risultati, rendendo il machine learning più intelligente e facile da implementare. Combinando Spark, Intel® Math Kernel Library (Intel® MKL) e l’architettura CPU ottimizzata di Intel, i carichi di lavoro di machine learning possono essere scalati velocemente. Poiché le soluzioni di machine learning possono accedere a una maggiore quantità di dati, assicurano una maggior precisione nelle attività di manutenzione predittiva, motori di sostegno, nell’assistenza sanitaria e monitoraggio proattivo, rilevamento delle frodi e rischio.

“È sempre più crescente la necessità di implementare modelli più ricchi di apprendimento automatico per analizzare e risolvere i problemi di business più pressanti e avere un impatto sociale più significativo”, ha dichiarato Amr Awadallah, CTO di Cloudera. “Il machine learning è una pratica sempre più comune tra la nostra base di utenti. Infatti, in un recente sondaggio sull’adozione, oltre il 30% degli intervistati ha affermato di sfruttare Spark per l’apprendimento automatico. Con i progressi costanti di Spark, e ora attraverso la nostra collaborazione con Intel per sfruttare Intel® MKL, siamo sicuri che Cloudera continuerà a guidare il mercato nel promuovere l’uso di Apache Spark per l’apprendimento automatico in ogni settore”.

I risultati dei benchmark diffusi oggi, che mettono a confronto la soluzione sviluppata congiuntamente con OpenBLAS e F2J BLAS, dimostrano che Cloudera e Intel hanno superato le principali library per l’accelerazione hardware in ogni iterazione dei test, garantendo prestazioni più fruibili con un minor investimento in infrastrutture.

L’apprendimento automatico aiuta i clienti di Cloudera a soddisfare le richieste di previsioni su insiemi di dati molto più grandi. Transamerica, per esempio, utilizza Cloudera per testare e convalidare modelli di dati molto più velocemente.

“In qualità di collaboratori di business a lungo termine, con reciproci investimenti in tecnologia, estendere i nostri sforzi in AI è stato un passo logico. Collettivamente, riteniamo che il potenziale futuro in AI non venga sfruttato, nonostante l’enorme evoluzione tecnologica e le crescenti implementazioni negli ultimi anni”, ha dichiarato Michael Greene, vice president e direttore generale System Technologies and Optimization, Software Services Group, Intel Corporation. “Insieme, Cloudera, Intel e il nostro ecosistema libereranno la potenza dell’intelligenza artificiale per essere più veloci, più espansivi e più smart fin dall’inizio”.

Per maggiori informazioni sul benchmark.