Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo AICA

Mai come quest’anno la partecipazione al concorso rappresenterà un’opportunità unica per i nostri studenti i cui migliori progetti digitali, oltre ad essere premiati nella competizione italiana, potranno concorrere all’agone europeo. I progetti dovranno essere legati ai temi di Expo 2015: per presentare le candidature c’è tempo fino al 25 febbraio prossimo.

Si sta svolgendo l’edizione 2015 del concorso europeo “I Giovani e le Scienze” che anche quest’anno vede AICA, l’Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico, in prima linea nella promozione dell’eccellenza degli studenti italiani, mettendo a disposizione ben due premi per i migliori progetti di area ICT presentati in gara.

Quest’anno l’invito di AICA a far partecipare il maggior numero di studenti al concorso acquista un valore ancora più importante, non solo per i premi messi a disposizione per i migliori progetti in tema di ICT, ma anche per la straordinaria possibilità conferita ai nostri giovani Archimede di essere selezionati per il 27° concorso dell’Unione europea dei giovani scienziati.

Promosso per l’Italia dalla FAST, la Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche di cui anche AICA fa parte, il concorso “I Giovani e le Scienze” è, infatti, la fase di selezione italiana per EUCYS (European Union Contest for Young Scientists), e, al contempo, costituisce la porta di ingresso per i più prestigiosi eventi internazionali dedicati agli scienziati in erba.

Possono partecipare al concorso tutti gli studenti di scuola superiore fra i 14 e i 20 anni non compiuti entro settembre 2015, che sappiano l’inglese.

logo giovani e le scienzeQuest’anno c’è un motivo in più per partecipare: il concorso rappresenta l’unica opportunità per gli studenti di poter essere selezionati per la finale europea di EUCYS, che quest’anno l’Italia avrà l’onore di ospitare, a Milano – dal 16 al 22 settembre 2015-, in contemporanea con EXPO 2015.

EXPO 2015 è anche il tema a cui è legato il Bando 2015 del Concorso: si raccomanda che vengano presentati studi o progetti scientifici coerenti con la tematica Expo “Nutrire il pianeta. Energia per la vita”, intesa nel suo significato più ampio.

Le candidature possono essere inviate entro il 25 febbraio 2015 e i lavori finalisti saranno presentati in una apposita mostra aperta al pubblico presso il palazzo FAST di Piazzale Morandi dall’11 al 13 aprile prossimo; il 13 aprile avverrà la premiazione, ed i due migliori progetti di area ICT riceveranno il riconoscimento ad hoc messo a disposizione da AICA nel quadro delle sue attività per promuovere l’eccellenza e i giovani talenti delle nostre scuole.  

I premi consistono principalmente nel supporto per partecipare ai più importanti appuntamenti mondiali riservati ai giovani scienziati: come Isef, negli USA, il Lisyf a Londra e molte altre.

“La nostra Associazione è da sempre particolarmente impegnata sul fronte della valorizzazione dei giovani di talento. Sollecitare e far emergere vocazioni nel campo del digitale è un nostro obiettivo prioritario. È la ragione per cui AICA, che collabora da tempo a “I giovani e le scienze”, ha messo quest’anno a disposizione del concorso due premi dedicati a progetti digitali di eccellenza. Stimolare e promuovere la partecipazione di un numero sempre maggiore di studenti a questa competizione significa garantire ai giovani talenti Italiani di emergere nel nostro paese e di conquistare la visibilità che meritano in Europa. Nel corso degli anni abbiamo constatato quanto sia significativa la creatività e la spinta innovatrice dei nostri studenti e quanto sia importante il ruolo della scuola nel promuovere le iniziative che consentano alle migliori menti di spiccare il volo. A tutto questo va aggiunto che le recenti tecnologie di stampa tridimensionale rendono oggi possibile al giovane scienziato di produrre direttamente il prototipo della sua invenzione: di diventare cioè un inventore/maker. L’esempio di questi talentuosi giovani e dei docenti che hanno saputo valorizzarli testimonia del potenziale che il connubio scuola-mondo digitale è in grado di liberare.” spiega Giulio Occhini, Direttore di AICA.”

“I giovani e le scienze” si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica; è inserito in ‘Io merito’, il programma per la valorizzazione delle eccellenze del Miur, il Ministero dell’istruzione, dell’Università e della ricerca. Pertanto, oltre ai riconoscimenti già previsti dal concorso “I giovani e le scienze”, i finalisti possono ricevere un contributo in denaro dal Ministero.

Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sono sul sito http://www.fast.mi.it/gs2015/gs2015.htm