Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo AICA

La competizione in Rete che si rivolge agli studenti delle scuole superiori sarà un viaggio virtuale nei Giochi Olimpici.
AICA – l’Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico – e MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – lanciano la terza edizione di “WebTrotter: il giro del mondo in 80 minuti”: una competizione in rete rivolta agli studenti dei primi tre anni di scuola superiore in una sfida basata sulla capacità di cercare informazioni in rete e di utilizzare consapevolmente il web come fonte informativa.

Il tema dell’edizione 2016 di WebTrotter saranno i Giochi Olimpici: le squadre in gara, composte da quattro studenti, saranno “allenate” dai loro docenti, per i quali anche quest’anno è previsto il corso di formazione specifico “Webtrotter Educator”, che viene erogato in modalità e-learning ed è cofinanziato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

Nel 2015 hanno preso parte alla competizione 800 studenti di tutta Italia: per favorire una partecipazione ancora più ampia quest’anno sono cambiate alcune regole: ciascuna scuola, infatti, con una sola quota di iscrizione, può iscrivere alla competizione più squadre di studenti. Le squadre parteciperanno a un “girone di qualificazione” che si svolgerà il 3 marzo 2016 e per ogni istituto sarà selezionata poi almeno una squadra che parteciperà alla gara nazionale prevista il 17 marzo 2016. Le iscrizioni al concorso saranno aperte fino al 28 febbraio prossimo.

Di recente l’OCSE ha diffuso un rapporto sul tema delle competenze informatiche e degli strumenti digitali nelle scuole che ha fatto molto discutere: da esso emerge che i ragazzi italiani sono navigatori assidui, anche più dei loro coetanei di altri Paesi, ma spesso “perdono la rotta” quando si tratta di cercare e interpretare correttamente le informazioni in rete. È compito della scuola offrire loro la bussola per orientarsi ed è proprio questo il valore di iniziative come WebTrotter, che promuovono la capacità di usare il digitale in modo mirato, consapevole e intelligente. Siamo consapevoli che i nostri nativi digitali hanno le chiavi di accesso al web, ma siamo altrettanto convinti che un uso pertinente di internet non sia poi così scontato. Bisogna rafforzare conoscenza e competenze d’uso di uno strumento utilissimo sia per lo studio, sia per il mondo del lavoro cui i nostri ragazzi si affacceranno” spiega Giulio Occhini, il direttore di AICA.

 

“Il concorso, che riteniamo essere un’opportunità straordinaria per educare i ragazzi a un utilizzo sempre più consapevole del web e delle sue potenzialità, anche quest’anno prevede una parallela azione di formazione dei docenti, al fine di fornire loro il necessario sostegno per trasferire ai loro allievi la capacità di ricercare, valutare, creare nuove informazioni in modo efficace. I docenti hanno il compito delicatissimo di formare una generazione che si muove in uno scenario in costante divenire grazie alla tecnologia; spetta ai docenti, in prima battuta, preparare i ragazzi a un uso appropriato degli strumenti digitali, le cui potenzialità potrebbero andare sprecate se non affrontate in modo sistematico, critico e consapevole”, sottolinea Carmela Palumbo, direttore generale Miur. 

WebTrotter Educator: un percorso di formazione ad hoc per i docenti

Il ruolo della scuola oggi è più che mai fondamentale nel guidare gli studenti a un uso pertinente e mirato di internet. Il profluvio di fonti, spunti di ogni tipo, video e immagini richiede capacità di analisi, concentrazione e una certa destrezza nel selezionare e utilizzare gli strumenti a disposizione. Per veicolare questa competenza agli studenti, già dalla passata edizione tutti i docenti referenti delle squadre iscritte al concorso potranno partecipare a un percorso di formazione e-learning gratuito e co-finanziato dal MIUR sulle nuove forme didattiche utili per un uso appropriato dei nuovi strumenti digitali.

Questo percorso formativo per docenti “Webtrotter Educator” sarà erogato in due sessioni della durata di circa 2 mesi ciascuna: la prima dal 30 ottobre al 30 dicembre 2015 e la seconda dal 4 gennaio al 4 marzo 2016. Le iscrizioni sono già aperte e tutte le informazioni su adesioni, date, programmi dei corsi sono disponibili su web all’indirizzo www.aicanet.it/webtrotter. Ai partecipanti il MIUR rilascerà un attestato di frequenza con profitto.

Il concorso “WebTrotter: il giro del mondo in 80 minuti”

Squadre di tutte le scuole superiori d’Italia, composte da 4 studenti ciascuna – due ragazzi e due ragazze – si sfideranno in una gara online basata sulla ricerca di informazioni che durerà 80 minuti. In questo tempo, le squadre dovranno rispondere ad un insieme di quesiti inerenti I Giochi Olimpici. Per vincere, i ragazzi dovranno sapere scegliere le giuste parole chiave, impostare correttamente le ricerche e valutare i risultati ottenuti da fonti attendibili, valutare i dati in base al contesto, fare una ricerca per immagini, usare un traduttore online, saper leggere le mappe come Google Maps e simili… utilizzando quindi tutta una serie di competenze tipiche dell’uso del web.

Le scuole possono trovare informazioni, regolamento e modalità di iscrizione all’indirizzo www.aicanet.it/webtrotter. Sarà possibile aderire fino al 28 febbraio 2016. Per ulteriori informazioni è disponibile l’indirizzo email webtrotter@ecdl.it