Download  

Share via email
Immagini

intel security

La nona edizione dello studio evidenzia la forte correlazione tra la ricerca di musica e i potenziali rischi online – Amy Schumer e Betty White scalano la classifica verso i primi 5. In Italia è Belen Rodriguez la celebrità più pericolosa sul web – Musicisti pericolosi anche nel nostro Paese: Laura Pausini al 3° e Fedez al 5°

 Il DJ con la passione per l’Electronic Dance Music (EDM) Armin van Buuren ha rimpiazzato l’attore e conduttore televisivo Jimmy Kimmel come celebrità più pericolosa da ricercare sul Web secondo Intel Security. Per il nono anno di seguito, Intel Security ha analizzato i risultati delle ricerche web sui personaggi più popolari alla ricerca dei più pericolosi. Lo studio Intel Security Most Dangerous Celebrities™ ha rilevato che la ricerca di alcuni musicisti e attori espone a un maggior rischio di incappare in virus e malware.

Armin van Buuren è il primo DJ e il terzo uomo, dopo Brad Pitt nel 2008 e Jimmy Kimmel nel 2014, a raggiungere la vetta (salendo dalla seconda posizione nel 2014). Usher rimane al terzo posto tra Luke Bryan al secondo e Britney Spears al n° 4. Chiudono la classifica Amy Schumer (7°), Betty White (8°), Lorde (9°) e Nina Dobrev (10°). Nella top ten 7 sono i musicisti  a rappresentanza di vari generi da EDM al country, hip hop e pop.

I cybercriminali sono costantemente alla ricerca di modi per sfruttare l’interesse che si crea intorno eventi culturali che hanno molto seguito, come gli show dei vari awards, i nuovi film e gli spettacoli televisivi, così come i nuovi album in uscita e le ultime tendenze ispirate dalle celebrità. Questi criminali sfruttano il fascino del pubblico per celebrità e riescono ad attirarlo verso siti pieni di malware, che possono consentire loro di rubare password o informazioni personali.

“Con la cultura frenetica di oggi e il desiderio di informazioni in tempo reale, spesso clicchiamo su siti dove possiamo trovare rapidamente informazioni e intrattenimento, senza considerare le implicazioni di sicurezza e protezione”, ha dichiarato Stacey Conner, esperto di sicurezza online di Intel Security. “I criminali informatici sfruttano questa esigenza di immediatezza, inducendo le persone a visitare siti non sicuri che possono rubare dati personali.” 

Dalla ricerca di quest’anno emerge che le persone che cercano di scaricare o ascoltare musica gratuitamente siano particolarmente a rischio. “Le combinazioni dei nomi delle celebrità con i termini MP4 gratis, download HD, o torrent sono alcuni dei termini più ricercati sul Web”, continua Conner. “Quando gli utenti ricercano musica che non sia stata resa disponibile attraverso i canali legittimi, mettono le loro vite digitali e i loro dispositivi a rischio”.

Quasi un 1 risultato su 5 in risposta alla ricerca su Armin van Buuren indirizza verso siti pericolosi

Lo studio Intel Security ha rilevato che la ricerca online di foto e materiale da scaricare relativi a “Armin van Buuren”  porta con sé una possibilità pari al 18% di finire su un sito web risultato positivo alle minacce online, quali spyware, adware, spam, phishing, virus e altro malware.

 

Le 10 celebrità che quest’anno hanno avuto le più elevate percentuali di rischio sono:

 

Classifica

Celebrità

Pericolosità

1

Armin van Buuren

17.92%

2

Luke Bryan

17.64%

3

Usher

16.67%

4

Britney Spears

16.39%

5

Jay Z

15.83%

6

Katy Perry

14.86%

7

Amy Schumer

14.72%

8

Betty White

14.03%

9

Lorde

13.61%

10

Nina Dobrev

13.19%

 

Una compilation di musicisti in cima alla classifica

Nella top ten son presenti 7 musicisti di vari generi, tra cui EDM, country, hip hop e pop. Britney Spears continua a essere presente nella top 10 – alla 4° posizione, in salita rispetto alla 7° dello scorso anno. Justin Bieber (11°), Rihanna (12°), Jennifer Lopez e Kenny Chesney (a pari merito al 13°), Selena Gomez (14°), Zendaya (15°), Kanye West (16°), Afrojack e Miley Cyrus (pari al 19°), e Nick Jonas (20°) sono tutti entro i primi 20.

 

Comicità maschile e femminile

Amy Schumer e Betty White portano la comincità femminile nella top ten, rispettivamente al 7° e 8° posto. La celebrità più pericolosa dello scorso anno, Jimmy Kimmel, scende alla 26° posizione (a pari merito con Melissa McCarthy). Pericolosi anche altri comici: Jimmy Fallon e Kristen Wiig (pari al 27°), Tina Fey (29°), ed Ellen DeGeneres (31°).

 

Pazzi per i film

Anche se non fanno il loro ingresso nella top ten quest’anno, molti attori entrano nella top 30, tra cui: Antonio Banderas (14°), Nicole Kidman (15°), Zac Efron (17°), Natalie Portman (18°), Sandra Bullock (19°), Jennifer Lawrence (20°), Kate Mara (22°), Penelope Cruz (27°), Rooney Mara (28°), Scarlett Johansson, Jessica Alba, e Naomi Watts (pari al 29°).

 

Oggi in TV

Oltre a Nina Dobrev (10°), il collega Paul Wesley (18°) rientra nella lista insieme a Sofia Vergara (21°), Laverne Cox e Lucy Hale (pari al 23°), Kylie Jenner (24°), e Kim Kardashian (28°).

 

E in Italia è Belen Rodriguez la celebrità più pericolosa sul web

 

Classifica

Celebrità Italiane

Pericolosità

1

Belen Rodriguez

14,44%

2

Marco Bocci

10,69%

3

Laura Pausini

9,58%

4

Gigi Buffon

8,89%

5

Fedez

7,50%

6

Michelle Hunziker

7,08%

7

Elisabetta Canalis

6,53%

8

Ilaria D’Amico

5,69%

 

Nel nostro paese la ricerca ha evidenziato una percentuale di rischio del 14,44% connessa alla ricerca di materiali legati a Belen Rodriguez (salendo dal secondo posto con il 10,65% dello scorso anno), mentre Marco Bocci si colloca al secondo posto con il 10.69% di rischio(in salita dal terzo posto con il 6,76% dello scorso anno). Musicisti pericolosi anche nel nostro Paese: Laura Pausini al 3° e Fedez al 5° posto, mentre la coppia al centro del gossip Buffon D’Amico è separata da tre posizioni, tra la 4° e l’8° posizione. Michelle Hunziker ed Elisabetta Canalis mantengono la posizione nella classifica al 6° e 7° posto.

 

 

Consigli per proteggersi:

  • Prestare attenzione alle pagine in cui richiedono di scaricare qualsiasi cosa prima di fornire il contenuto. Si consiglia di guardare i video in streaming o scaricare i contenuti da siti ufficiali di content provider. Per esempio per gli ultimi episodi Amy Schumer è meglio visitare ComedyCentral.
  • Assicurarsi di utilizzare uno strumento di ricerca sicuro in grado di segnalare la pericolosità del link prima di visitarlo. Per le ultime notizie, meglio affidarsi alle fonti riconosciute.
  • Non scaricare video da siti sospetti. Potrebbe essere sufficiente il buonsenso, ma vale la pena di ripeterlo: non scaricare nulla da un sito web di cui non si ha piena fiducia – in particolare video. La maggior parte delle clip di notizie che ci si vuole vedere può essere facilmente trovato su siti di video ufficiali, e per vederli non è necessario scaricare nulla. Se un sito web offre un video esclusivo solo per il download, non fatelo.
  • I termini “Download gratis” sono significativamente i termini di ricerca a più elevato rischio di contagio. Chiunque sia alla ricerca di video o file da scaricare deve fare molta attenzione per non ritrovarsi il proprio computer carico di malware.
  • Utilizzare sempre password per la protezione del telefono e altri dispositivi mobili. Se il telefono viene perso o rubato, chi raccoglie il dispositivo potrebbe pubblicare le informazioni on-line.
  • Non “registrarsi” o effettuare “log-in” o fornire qualsiasi altra informazione: se per poter accedere a un’esclusiva sui propri beniamini si riceve un messaggio di testo o e-mail o si visita un sito web di terze parti che richiede informazioni relative alla propria carta di credito, email, indirizzo di casa, credenziali di accesso a Facebook, o altre informazioni, non compilare niente del genere. Tali richieste sono una tattica di phishing abbastanza diffusa che potrebbe portare al furto di identità.
  • Per la ricerca on-line utilizzare un tool come McAfee SiteAdvisor che protegge gli utenti da siti pericolosi ed exploit del browser. Una versione gratuita di SiteAdvisor può essere scaricata all’indirizzo siteadvisor.com.
  • Altre informazioni sono disponibili anche nella pagina  Facebook di Intel Security facebook.com/intelsecurity e su McAfee Security Advice Center che include anche consigli per la navigazione sicura.
  • Per chi desidera ricercare informazioni e ultime notizie sulle celebrità nel web, è consigliato l’utilizzo sui propri dispositive di soluzioni di Sicurezza come McAfee LiveSafe™ service, che aiutano a proteggere la maggiorparte di PC, Mac, tablet e smartphone. La soluzione comprende anche strumenti di rilevamento malware e McAfee® Mobile Security, per proteggere smartphone o tablet da ogni tipo di malware.

 

Ulteriori informazioni

https://blogs.mcafee.com/consumer/how-a-music-or-celebrity-search-can-wreak-havoc-for-families

  • Twitter: Segui @IntelSecurity per informazioni sulla sicurezza e consigli per proteggersi.

Utilizza l’hashtag #RiskyCeleb per le discussioni sulla ricerca Most Dangerous Celebrities 2015.

 

 

Metodologia della ricerca

Lo studio utilizza il sistema di classificazione dei siti di McAfee® WebAdvisor®, che indica su quali siti è pericoloso effettuare una ricerca correlata alle celebrità sul web e calcola una percentuale di rischio complessiva. La tecnologia McAfee SiteAdvisor protegge gli utenti da siti web pericolosi e exploit del browser. La tecnologia SiteAdvisor testa e classifica quasi ogni sito che genera traffico su Internet e utilizza icone di coloro rosso, giallo e verde per indicare il livello di pericolosità di un sito web. I punteggi dei siti di SiteAdvisor vengono creati utilizzando una tecnologia avanzata brevettata per condurre test automatici dei siti web e funziona con Internet Explorer, Chrome, Safari e Firefox.

 

I termini “Armin van Buuren,” “Armin van Buuren HD downloads,” “Armin van Buuren free MP4,” e “Armin van Buuren torrent” sono stati utilizzati per la ricerca di Jimmy Kimmel, e replicati per ogni celebrità della lista. I risultati hanno indicato la percentuale di rischio di incorrere in minacce online progettate per rubare informazioni personali. Gli appassionati che cliccano su questi siti pericolosi e che effettuano il download dei file compresi immagini e video si espongono al rischio di scaricare virus e malware.