Share via email

Logo SolarMax

Sputnik Engineering, produttore svizzero di inverter, ha sviluppato il Kit per l’aggiornamento Battery degli inverter SolarMax serie P al fine di consentire lo storage e l’ottimizzazione dell’autoconsumo di energia fotovoltaica. In questo modo, l’energia fotovoltaica generata durante il giorno può essere immagazzinata in una batteria e, per esempio, utilizzata nel corso della serata o della notte. Il Kit di aggiornamento serie P Battery è stato progettato per impianti ad energia fotovoltaica fino a 6kWp e, quindi, in particolar modo per impianti domestici di abitazioni monofamiliari e condominiali. Grazie all’ausilio di una batteria, l’autoconsumo può essere significativamente incrementato, permettendo al tempo stesso anche un alleggerimento della rete elettrica pubblica.

All’interno della cornice di Intersolar Europe di Monaco, SolarMax presenterà in anteprima il prototipo della propria soluzione per l’autoconsumo e lo storage.

L’autoconsumo e l’immagazzinamento di energia fotovoltaica giocano un ruolo significativamente importante. In alcuni Paesi – in particolar modo in Italia e in Germania – risulta già attualmente più vantaggioso generare energia anziché comprarla dalla rete. In questi casi è quindi meglio autoconsumare il più possibile l’energia prodotta dal proprio impianto fotovoltaico. Commutando o attivando i carichi in modo mirato (gestione dei carichi), l’autoconsumo di energia può essere ottimizzato impiegando l’energia prodotta in eccesso durante i periodi di basso consumo (ad es. le ore del pranzo) in carichi controllabili in grado di utilizzarla (es. pompe di calore o boiler).

Inoltre, il kit di aggiornamento serie P Battery può essere utilizzato per caricare la batteria con energia fotovoltaica durante il giorno, in modo tale che sia disponibile nei momenti in cui la produzione risulta ridotta o addirittura assente. A questo scopo, il proprietario dell’impianto può selezionare la modalità in cui la batteria viene ricaricata e/o scaricata, sulla base, ad esempio, del  consumo, della durata, oppure per non attingere energia dalla rete durante le ore di picco  (Peak Shaving). In base alla dimensione della batteria, l’energia fotovoltaica accumulata può essere sufficiente anche per un paio di giorni, senza necessità di attingere elettricità dalla rete. Il kit di aggiornamento serie P Battery sarà compatibile con numerose tipologie di differenti batterie.

“Abbiamo sviluppato il kit di aggiornamento serie P Battery per consentire ai proprietari di impianti residenziali di immagazzinare facilmente energia fotovoltaica e, quindi, di ottimizzare l’autoconsumo,” spiega Hans-Georg Schweikardt, Head of Product Management di SolarMax. “Un effetto collaterale positivo è il ridimensionamento dell’argomento collegato, e largamente discusso, delle fluttuazioni della rete. Nell’eventualità di elevato irraggiamento, infatti, grazie allo storage di energia è possibile non gravare sulla rete pubblica. Di conseguenza, non si rende più necessario disconnettere gli inverter o ridurne l’output in base ai parametri della rete.“

Secondo gli studi del Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems (ISE), i proprietari degli impianti possono ridurre fino al 60 percento l’energia elettrica prelevata dalla rete quando viene adoperata una batteria per lo storage. Questo li rende più indipendenti dal prezzo dell’energia caratterizzato da un forte incremento, fornendo al contempo un concreto contributo alla fornitura di energia.

A partire dagli inizi di Maggio, lo storage di energia fotovoltaica è finanziato dal Governo tedesco per gli impianti FV installati dopo il 1° gennaio 2013 al fine di favorire ulteriormente l’espansione delle energie rinnovabili e, contemporaneamente, alleggerire la rete elettrica pubblica.

Il kit di aggiornamento serie P Battery di SolarMax sarà presentato in occasione di Intersolar Europe 2013 – Padiglione B4 / Stand 110, insieme a numerose altre nuove soluzioni di inverter SolarMax.