Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo SolarMax

Arriva in Italia la nuova e potente serie HT di inverter multi-tracking trifase firmata SolarMax, utilizzabile dagli operatori di impianti FV di tipo industriale e commerciale per ottimizzare la resa energetica di ogni singola sezione del campo fotovoltaico.

 

Dopo essere stata ufficialmente presentata al SolarExpo 2014 dello scorso maggio, la nuova serie HT di SolarMax, ideale per impianti fotovoltaici commerciali e industriali, debutta adesso sul mercato italiano. 

Gli inverter della serie HT sono disponibili nei modelli con 4 inseguitori MPP e potenza in uscita pari a 30kW e/o 32kW (30HT4 / 32HT4), e nella versione con 2 inseguitori MPP e potenza in uscita di 32kW (32HT2). E’ previsto che la loro certificazione sarà disponibile da metà settembre.

Grazie al concetto multi-tracking tipico di questi inverter, viene garantito il funzionamento ideale di ciascuna singola porzione del generatore fotovoltaico, anche nel caso di configurazioni molto complesse e di ombreggiamenti parziali. Inoltre, gli spazi tra le file dei moduli possono essere ridotti per incrementare i rendimenti per unità di superficie. L’elevato range di tensione d’ingresso e la classe di protezione IP65 offrono ulteriore flessibilità nella realizzazione dell’impianto.

“Gli impianti fotovoltaici su tetti industriali e commerciali rappresentano un enorme potenziale e una grande speranza per il futuro dell’industria fotovoltaica”, afferma Raffaele Salutari, Regional Manager di SolarMax. “In base ai risultati di uno studio di mercato pubblicato nel Dicembre 2013 ed effettuato da IHS, nel 2014 oltre la metà degli impianti di recente costruzione in Europa apparterranno al settore commerciale – un trend che continua a crescere. Gli inverter di stringa SolarMax HT possono essere utilizzati in maniera flessibile in tali impianti, ottimizzando i costi di installazione e risultando vantaggiosi grazie ai bassi costi di sistema e alle rese elevate”, ha concluso Salutari.

Gli inverter HT possono essere installati velocemente e facilmente. L’elevata densità di potenza e le dimensioni compatte dei dispositivi consentono di ridurre la superficie richiesta per l’installazione, semplificando la connessione AC, e riducendo così i relativi costi di installazione. Nei modelli con 4 inseguitori MPP, grazie al sezionatore DC integrato e alle protezioni di sovratensione incorporate, è possibile eliminare i quadri di campo, conseguendo un notevole risparmio. Nel caso sia necessario l’impiego dei quadri di campo, il modello 32HT2 offre una soluzione particolarmente conveniente grazie al box connessioni dedicato che può essere collocato remotamente e dotato di bobina di sgancio per gli impianti che devono ottemperare alle normative antincendio. Inoltre, la serie di inverter HT è dotata delle più recenti soluzioni per la comunicazione dati, inclusa la configurabilità Plug&Play su rete locale e il nuovo portale gratuito MaxView.