Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo AICA

Premiati anche i vincitori dell’edizione 2014-15 del concorso ETIC promosso da AICA e Rotary International con il patrocinio della Fondazione CRUI  

Si è svolto oggi presso il Politecnico di Torino  “ETIC – Etica e Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione”, il convegno promosso da AICA, l’Associazione italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico e Rotary International.

La rivoluzione digitale che caratterizza la nostra epoca rende sempre più centrale il tema della Computer Ethics: è stato questo il tema del convegno che ha offerto importanti spunti di riflessione sulle implicazioni etiche delle attività e servizi offerti nel mondo digitale, rispondendo ai molteplici interrogativi che sempre più frequentemente interessano docenti, ricercatori, professionisti, università, aziende ICT, policy makers e la società in generale. Dalla e-democracy alla e-inclusion, dal digital divide alle nuove forme di schiavitù in rete, dai “titani del Web” all’open access, dall’etica hacker dell’hardware e del software libero alla fine della privacy, dalla cyber war ai robot warriors, dalla (in)affidabilità del software all’impatto ambientale dell’ICT, dal cloud computing al big data, le problematiche etiche si stagliano al centro di un dibattito che interessa molteplici stakeholder.

I lavori sono stati aperti dal Rettore del Politecnico di Torino, Marco Gilli, dal Presidente di AICA, Bruno Lamborghini e dal Governatore del Distretto Rotary 2031, Ilario Viano che hanno sottolineato il ruolo cruciale giocato da scuola e associazioni chiamate – oggi più mai – a formare e guidare gli studenti nell’odierna società dell’informazione e della conoscenza, così fortemente caratterizzata dall’evoluzione rapida e continua delle tecnologie digitali, dalla loro pervasività e dalla crescente centralità dei servizi digitali in ogni aspetto della vita individuale e collettiva.

 “Nel mondo interconnesso di oggi l’utilizzo delle tecnologie digitali non è più solo ad appannaggio dei cosiddetti tecnici del settore, al contrario interessa tutti gli utenti del mondo digitale, che è sempre di più il mondo tout court. E’ per questo che risulta cruciale porre sempre maggiore attenzione alle implicazioni etiche delle nostre scelte e decisioni” ha commentato il direttore di AICA Giulio Occhini.  “AICA da cinque anni organizza insieme a Rotary International il concorso ETIC per promuovere un’opera di sensibilizzazione in tema di Computer Ethics: pur non essendo ancora materia disciplinare nella maggior parte dell’educazione formale, l’etica digitale sta infatti diventando sempre più cruciale nella vita dei cittadini e delle organizzazioni. Non è un caso che quest’anno abbiamo registrato un’ampissima partecipazione al concorso da parte di laureati anche non specializzati nel settore ICT. E’ il segno di un profondo e graduale inversione di tendenza che coinvolge trasversalmente gli studenti, le istituzioni educative e le associazioni professionali

Il dibattito ha visto la partecipazione di un parterre d’eccezione composto da Giampaolo Azzoni dell’Università di Pavia, da Juan Carlos De Martin del Politecnico di Torino, da Ugo Pagallo dell’Università di Torino, da Norberto Patrignani della Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino e Gianmarco Veruggio del IEIIT CNR di Genova, grazie ai quali si è ricostruito lo stato dell’arte del delicato rapporto tra Etica e Tecnologie dell’Informazione, passando in rassegna tra gli altri il tema della diritti digitali, della “Roboetica”e dello “Slow Tech”.

I riflettori sono stati infine puntati sulla premiazione dei vincitori del concorso ETIC, dedicato alle migliori Tesi di Laurea o di Dottorato di Ricerca sui temi Etica e Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione, cerimonia che ha “incoronato” i bravissimi laureati e ricercatori delle diverse università di Italia che si sono candidati al premio con i loro lavori. La premiazione si è svolta alla presenza dei Governatori 2014-15 del Rotary International di tutti i Distretti Italiani, dal Piemonte alla Sicilia, che hanno conferito i premi ai vincitori per il loro Distretto.

Come per le passate edizioni, il premio ETIC è stato promosso da AICA e Rotary International con il patrocinio della Fondazione CRUI (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane).

I vincitori del premio ETIC 2014-2015

L’edizione 2015 ha incoronato ben dieci vincitori dei premi messi a disposizione dai distretti 2031, 2050, 2072, 2080, 2090, 2100, 2110, 2120 del Rotary, ciascuno del valore di 2.400 euro, per tesi di laurea o dottorato su argomenti concernenti il tema dell’etica e tecnologie.

I vincitori sono:

  • Alessandro Dionisi, Dottorato di Ricerca in Technology for Health – Università degli studi di Brescia – “Autonomous Wearable System for Vital Signs Mesurement with Energy Havesting Module” (Premio Nazionale per Tesi di Dottorato)
  • Edoardo Fadda, Tesi di Laurea Magistrale in Ingegneria Matematica – Politecnico di Torino – “Stochastic Optimal control in finance “Portfolio Optimization with Consumption in a Lèvy Driven Model” (Premio Nazionale per Tesi di Laurea)
  • Clara Madaro – Tesi di Laurea Magistrale in Filosofia – Università degli Studi di Torino – “Che cos’è la coscienza percettiva? Una proposta di definizione” (Premio Distretto 2031)
  • Eleonora Losiouk – Tesi di Laurea Magistrale in Bioingegneria– Università di Pavia – : “Estensione dell’applicazione Android GQuest per la rappresentazione e consultazione checklist mediche” (Premio Distretto 2050)
  • Michael Lodi – Tesi di Laurea Magistrale in Informatica – Alma Mater Studiorum Università di Bologna – “Imparare il pensiero computazionale, imparare a programmare” (Premio Distretto 2072)
  • Nicole Krammer – Tesi di Laurea Magistrale in Architettura delle Costruzioni – Università degli studi di Cagliari – “Neue Museum Fur Naturkunde: un nuovo Museo di Storia Naturale a Berlino” (Premio Distretto 2080)
  • Ekaterina Tishchenko – Tesi di Dottorato di Ricerca in Scienze dell’Ingegneria – Università Politecnica delle Marche –  “Post-turismo e Identità Urbana” (Premio Distretto 2090)
  • Giuseppe Aceto – Tesi di Dottorato di Ricerca in Ingegneria delle Telecomunicazioni – Università degli Studi di Napoli Federico II– “Monitoring Internet censorship: the case of UBICA” (Premio Distretto 2100)
  • Serena Buzzacchino – Tesi di Laurea Magistrale in Bioingegneria – Università degli Studi di Pavia – “Progetto e Sviluppo di HeNeA, un’applicazione mHealth a supporto dei pazienti con tumore testa-collo ” (Premio Distretto 2120)
  • Marcello Emanuele Giardina – Tesi di Dottorato di Ricerca in Ingegneria Informatica  – Università degli Studi di Palermo – “Investigating Perceptual Features For a Natural Human Humanoid Robot Interaction Inside A Spontaneous Setting ” (Premio Distretto 2110)

 

I vincitori sono stati scelti dalla Commissione preposta alla selezione delle tesi da premiare, composta da un rappresentante di ciascuno dei Distretti Rotary e da un rappresentante di AICA.  

Per ulteriori informazioni

http://www.aicanet.it/attivita/premi-di-laurea-aica-rotary-international-su-etic-2