Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo AICA

Con la quarta edizione si conferma il successo del progetto lanciato dal MIUR e AICA per un uso consapevole della rete

 Milano, 29 maggio 2017 – Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – D.G. Ordinamenti Scolastici – e AICA – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico hanno premiato le 10 squadre finaliste della quarta edizione del progetto Webtrotter: il giro del mondo in 80 minuti”. La cerimonia di premiazione delle scuole è avvenuta a Roma il 15 maggio in occasione di Didamatica, l’annuale convegno sulle tecnologie digitali per la didattica promosso da AICA.

794 squadre iscritte e provenienti da 184 Scuole, per un totale di 3.156 studenti che hanno partecipato alla gara (4 studenti per squadra), con 525 docenti referenti di squadra: sono questi gli importanti numeri di una edizione di Webtrotter che sarà ricordata per la massiccia adesione. È la conferma del grandissimo successo riscosso dal progetto che mette a tema la ricerca intelligente di dati e informazioni in rete, riprendendo – nell’odierno straordinario contesto tecnologico – la classica “ricerca scolastica”, che da sempre costituisce un fondamentale momento di formazione, sia per le discipline umanistiche, sia per quelle scientifiche.

A spuntarla in una competizione serrata che richiede un uso consapevole, critico e intelligente dei nuovi strumenti digitali adoperati per svolgere ricerche in rete sono state 10 squadre appartenenti a scuole provenienti da tutta Italia. Il podio è andato al Liceo Scientifico “G. Galilei” di Trento, seguito dal Liceo Scientifico Statale “Paolo Ruffini” di Viterbo e, in terza posizione, dal Liceo Statale “Scipione Maffei” di Verona. Quarto classificato è il Liceo Scientifico Statale “Alessandro Antonelli” di Novara, che ha partecipato per la terza volta alla competizione, classificandosi sempre tra i primi dieci. A seguire nell’ordine di classifica l’ITIS “Giulio Riva” di Saronno, l’ITTS “O. Belluzzi-L. Da Vinci” di Rimini, l’ITGG “Marinoni” di Udine, l’IISS “Euclide” di Bari, l’ITIS “Alessandro Rossi” di Vicenza e l’ISISS “Piana” di Lucca.

Quest’anno le squadre hanno dovuto rispondere a quesiti inerenti il tema “Le meraviglie della natura e le grandi esplorazioni geografiche”, spaziando dalla ricerca attraverso le coordinate geografiche alla ricerca più complessa a partire dall’interpretazione di un grafico, passando per la ricerca per immagini. In questo ideale giro del mondo in ottanta minuti i ragazzi hanno dovuto scegliere le giuste parole chiave, impostare correttamente le ricerche e utilizzare fonti attendibili da cui attingere le informazioni, valutare i dati in base al contesto, fare una ricerca per immagini, saper leggere le mappe come Google Maps e simili, utilizzando quindi tutta una serie di competenze tipiche di un uso attento del web.

«La straordinaria adesione che anche quest’anno ha registrato Webtrotter ci inorgoglisce particolarmente perché è la dimostrazione di una sempre più diffusa percezione dell’importanza di un uso consapevole delle tecnologie informatiche. Sappiamo bene che i nostri nativi digitali sono quotidianamente connessi, ma non per questo bisogna dare per scontato che tutti loro sappiano usare in modo appropriato internet. In AICA insistiamo da tempo su tale concetto affinché la rete possa diventare uno strumento prezioso durante tutto il ciclo di studi e oltre, ma solo se usato consapevolmente.» spiega Giuseppe Mastronardi, Presidente di AICA, che aggiunge: «In questo percorso la scuola gioca un ruolo determinante nel fornire ai ragazzi le linee guida per sfruttare al meglio le straordinarie potenzialità del web. AICA supporta da tempo iniziative di valore come WebTrotter, perché consentono di sensibilizzare i giovani d’oggi a un uso del digitale mirato, consapevole e intelligente.»

«Questo concorso si è confermato nel tempo un’opportunità straordinaria per educare i ragazzi a un utilizzo sempre più consapevole del web e delle sue potenzialità. Indispensabile è il supporto dei docenti, ai quali è stato dedicato del materiale formativo specifico, al fine di fornire loro il necessario sostegno per svolgere con efficacia il compito delicatissimo di insegnare a una generazione che si muove in uno scenario in costante divenire grazie alla tecnologia. Spetta ai docenti, in prima battuta preparare i ragazzi a un uso appropriato degli strumenti digitali, le cui potenzialità potrebbero andare sprecate se non affrontate in modo sistematico, critico e consapevole.» sottolinea Carmela Palumbo, Direttore Generale Miur.

Anche quest’anno infatti si è confermato il ruolo fondamentale svolto dai docenti, che hanno potuto prepararsi grazie a materiali didattici in formato eBook realizzati ad hoc.

Le prime 10 squadre (4 studenti e un docente per ogni squadra) hanno ricevuto una targa di merito e 5 Skills Card della Nuova ECDL, oltre a un attestato per tutti gli studenti. Inoltre, le prime tre sono state premiate da De Agostini con un corso di lingua De Agostini Scuola – DeA-Learning.

La classifica completa è disponibile a questo link.