Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo AICA

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – D.G. Ordinamenti Scolastici –  e AICA – Associazione Italiana per l’Informatica e il Calcolo Automatico hanno il piacere di annunciare le Scuole che hanno vinto la terza edizione del progetto Webtrotter: il giro del mondo in 80 minuti”.

In una competizione che richiedeva un uso consapevole, critico e intelligente dei nuovi strumenti digitali adoperati per svolgere ricerche in rete, ad avere la meglio sono state 10 squadre sulle 1.451 iscritte e provenienti da 231 Scuole di tutta Italia. Un’adesione straordinaria, che conferma anche per questa edizione il grandissimo interesse riscosso dal progetto Webtrotter che mette a tema la ricerca intelligente di dati e informazioni in rete, riprendendo – nell’odierno straordinario contesto tecnologico – la classica “ricerca scolastica”, che da sempre costituisce un fondamentale momento di formazione, sia per le discipline umanistiche, sia per quelle scientifiche.

Il primo posto è andato al Liceo ginnasio Scipione Maffei di Verona, seguito dall’IIS Savoia Benincasa di Ancona e dal Liceo Scientifico Galileo Ferraris di Torino. Al quarto posto l’Ipseoa R. Virtuoso di Salerno; mentre due squadre del Liceo Scientifico G. Galilei Trento si sono classificate rispettivamente al quinto e al nono posto. Le squadre dell’Istituto Marie Curie di Pergine Valsugana (TN), dell’ITT Giorgi di Brindisi, e del Liceo Fermi di Bari si sono posizionate rispettivamente al sesto, settimo e ottavo posto. Decimo posto per l’IIS Falcone-Righi di Corsico e, in undicesima posizione, ma sempre fra le dieci scuole in vetta alla classifica, il Liceo Scientifico Antonelli di Novara.

Dalla ricerca più semplice delle coordinate geografiche a quella più complessa a partire dall’interpretazione di un grafico, passando per la ricerca per immagini, negli ottanta minuti disponibili le squadre hanno dovuto rispondere a un insieme di quesiti inerenti il tema dei “Giochi Olimpici”, compiendo un ideale “giro del mondo” nei cinque continenti.

Per vincere i ragazzi hanno dovuto scegliere le giuste parole chiave, impostare correttamente le ricerche e utilizzare fonti attendibili da cui attingere le informazioni, valutare i dati in base al contesto, fare una ricerca per immagini, saper leggere le mappe come Google Maps e simili…  utilizzando quindi tutta una serie di competenze tipiche di un uso consapevole del web.

“La sempre maggiore partecipazione degli studenti a Webtrotter rappresenta un forte segnale di presa di coscienza dell’importanza di un uso consapevole delle tecnologie informatiche. Sappiamo che i nostri nativi digitali hanno le chiavi di accesso al web, ma siamo altrettanto convinti che un uso pertinente di internet non sia poi così scontato. Bisogna rafforzare conoscenza e competenze d’uso di uno strumento utilissimo sia per lo studio, sia per il mondo del lavoro cui i nostri ragazzi si affacceranno. È compito della scuola offrire loro la bussola per orientarsi ed è proprio questo il valore di iniziative come WebTrotter, che promuovono la capacità di usare il digitale in modo mirato, consapevole e intelligente” spiega Giulio Occhini, il direttore di AICA che aggiunge: “Anno dopo anno vedere la passione che questi ragazzi mettono nel raggiungere i loro obiettivi e dare il massimo in questa competizione rappresenta per noi motivo di grande orgoglio ed è uno sprone a continuare nella promozione delle competenze informatiche”.

Anche quest’anno si è confermato il ruolo fondamentale svolto dai docenti, che sono stati coinvolti nel percorso di formazione ad hoc in modalità e-learning attraverso la piattaforma social Edmodo. In particolare la terza edizione ha fatto registrare 1.000 docenti al Webtrotter Educator, un percorso formativo che ha rappresentato un ottimo supporto per la formazione dei docenti, chiamati a preparare i ragazzi a un uso appropriato degli strumenti digitali.

La premiazione degli istituti è avvenuta nell’ultima giornata dei lavori dell’annuale convegno di AICA Didamatica, che si è tenuto dal 19 al 21 aprile presso l’Università di Udine.

Oltre a una targa di merito ai primi 3 istituti classificati, le 10 scuole in vetta alla classifica hanno ricevuto 5 skill card della Nuova ECDL, il programma di certificazione che dà accesso a tutti i moduli della gamma ECDL senza limiti di tempo.