Share via email

Logo Schneider Electric

StruxureWare Data Center Operation : Server Access abbatte i costi, rimuovendo la necessità di aggiungere elementi hardware; semplifica l’accesso, la risoluzione dei problemi ed il controllo di apparecchiature e  server .

Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’energia, dispone oggi della prima soluzione software DCIM che permette di accedere ai server senza necessità di installare hardware aggiuntivi.

Utilizzando la tecnologia Virtual Gateway di Intel è stato realizzato un nuovo modulo destinato alla suite di managementStruxureWare – Data Center Operation, che permette di accedere ai tutti i dati sullo stato del server e sul suo stato di alimentazione,  per gestire i macchinari in remoto.

Jennifer Koppyresearch manager del team Datacenter Trends & Strategics di IDC,  spiega: “Intel e Schneider Electric uniscono la gestione della facility e dell’IT, offrendo sia le funzioni vKVM – virtual keyboard video mouse – sia le funzioni DCIM. La virtualizzazione e il cloud computing disaggregano i processi IT dai sistemi fisici ed aggiungere nuovi carichi di lavoro diventa semplice come installare una macchina virtuale. La gestione integrata di facility e IT, possibile con la suite StruxureWare for Data Center, è un elemento di fondamentale importanza, in quanto nuovi carichi di lavoro incidono sulla richiesta di energia, sul condizionamento, sulla connettività – ed hanno un impatto complessivo sull’efficienza e sulla capacità delle infrastrutture”.

Unendo le tecnologie DCIM e il software KWM, Server Access permette ai responsabili IT, a responsabili e operatori Data Center e ai facility manager di avviare i server, gestirli, controllarli e risolvere eventuali problemi direttamente tramite il software DCIM; si dispone quindi di una soluzione completa, che permette di avere visione dell’infrastruttura “dalla facility al server” . La soluzione include anche un modello fisico della localizzazione dei server, per identificare con certezza le apparecchiature che potrebbero creare problemi, ad esempio rispetto all’alimentazione o al condizionamento.

Virtual Gateway è un estensione del software Data Center Manager (DCM) di Intel, e costituisce per noi un importante avanzamento tecnologico a livello di middleware”, spiega Jeff Klausgeneral manager, Intel Data Center Solutions. “La collaborazione con Schneider Electric amplia lo spettro di utilizzo delle nostre tecnologie, ed aiuterà a evitare spese inutili in hardware per il data center”.

Gli switch KVM (keyboard video mouse) permettono di accedere ai server da remoto e di controllarne più di uno.  Utilizzando la tecnologia software KWM ed eliminando la necessità di dotarsi di elementi hardware dedicati, Server Access può ridurre i costi per la tecnologia fino al 50%.

Collaborando con Intel per creare un approccio integrato, che unisce software KVM e DCIM per la gestione del data center, abbiamo creato un legame ancora più stretto fra IT e facility” commenta Soeren Jensen, Vice-President Enterprise Management and Software di Schneider Electric.” Siamo il primo vendor che offre soluzioni DCIM con funzioni di accesso ai server basate esclusivamente su software e riteniamo che Server Access sia un componente importante per migliorare l’efficienza energetica nei Data Center e nelle facility”.

Data Center Operation: Server Access offre diverse funzionalità.

  • Console access: permette di controllare e gestire i device IT attraverso il software KWM; il Data Center può essere gestito “a luci spente”, senza dovervi mettere piede.
  • Controllo dei device “one-to-many”: permette di visualizzare, configurare e controllare device IT di più vendor attraverso una singola console, per gestire i server in modo semplice e sicuro.
  • Power cycling: permette di accedere ai server in remoto, che siano spenti o accesi, per controllarli istantaneamente e riavviarli.
  • Physical location: permette di sapere esattamente dove si trovano i server nel Data Center, per una maggiore accuratezza nell’inventario e nella supervisione delle apparecchiature.
  • Software KVM: riduce i costi eliminando la necessità di utilizzare switch KVM fisici nel data center.
  • In- and out-of-band management: permette di raggiungere le apparecchiature che hanno problemi accedendo al sistema operativo attraverso una rete primaria, o in alternativa utilizzando una rete secondaria dedicata alle applicazioni business-critical, cui si accede tramite base management card.
  • Supporto per apparecchiature multi-vendor: la soluzione supporta i più vari tipi di asset IT e di piattaforme hardware.
  • Accesso OS: ci si può connettere al sistema operativo via Remote Desktop Protocol (RDP), Secure Shell (SSH) e Virtual Network Computing (VNC).

Data Center Operation: Server Access è  disponibile, come parte della suite StruxureWare for Datacenter, dal 30 agosto 2013. Per maggiori informazioni visitare il sito Schneider Electric.