Share via email

Sono già al lavoro da una settimana i venti studenti dell’ITIS Paleocapa di Bergamo che sono impegnati con Schneider Electric in un progetto di formazione interdisciplinare dedicato all’efficienza energetica, unico sul territorio nazionale: una iniziativa pilota che si inserisce nell’ambito dei protocolli di Alternanza Scuola Lavoro previsti dalla “Buona Scuola” coinvolgendo ragazzi dell’ultimo anno iscritti a cinque diversi indirizzi di studio.

Il programma di formazione, che prevede 40 ore nelle due settimane, affronta l’efficienza energetica in tutte le sue dimensioni: – tecnologiche, progettuali, economiche e di mercato – con un focus particolare sulla sostenibilità e sugli edifici.   Il percorso infatti si concluderà con l’elaborazione  da parte degli studenti di progetti per rendere più efficiente dal punto di vista energetico la loro scuola, ed i ragazzi saranno supportati nel condividere quanto appreso con i propri docenti e compagni.

Il progetto è un unicum su scala nazionale per vari motivi. In primo luogo, si distingue per l’oggetto della formazione, l’efficienza energetica affrontata nel suo complesso attraverso un approccio multidisciplinare, oggi  imprescindibile per ottenere le competenze trasversali e integrate richieste dal mercato; in secondo luogo si distingue per il tipo di attività, che si svolge interamente in azienda, in una modalità didattica solitamente  utilizzata in ambiti formativi riservati ai professionisti, prevedendo anche un confronto diretto con gli operatori del settore.

Il corso è stato progettato da Schneider Electric in stretta collaborazione con l’ITIS Paleocapa, con il supporto dell’Università di Dalmine, e gode del patrocinio di Kyoto Club, anticipando le recenti direttive diffuse dal MIUR in materia di alternanza scuola lavoro;  l’azienda si augura quindi che rappresenti un esempio di buona pratica per il collegamento tra mondo della scuola e del lavoro che possa essere preso a modello per lo sviluppo di ulteriori attività.