Share via email

Logo Schneider Electric

Si è conclusa con successo la quarta edizione del Concorso “GREEN TECHNOLOGIES AWARD, ENERGIA NUOVA PER LE SCUOLE”, organizzato da Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’Energia, e patrocinato dal MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte di Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado di tutto il territorio nazionale, il Concorso premia i migliori progetti relativi alla realizzazione di sistemi per l’efficienza energetica e per l’utilizzo di energie rinnovabili applicate ad impianti tecnologici presenti in ambito scolastico e in altri settori quali l’industria, l’agricoltura e il terziario.totale small

L’obiettivo è far prendere coscienza delle opportunità relative al risparmio energetico e della necessità di attivare interventi per una gestione più efficiente dell’energia, consentendo agli allievi di acquisire conoscenze e competenze tecniche, che permettano loro un più rapido inserimento nel mondo produttivo.

All’edizione 2014 hanno aderito 46 istituti da tutta Italia, che hanno coinvolto una popolazione di oltre 350 studenti. La Commissione Giudicatrice, composta da specialisti Schneider Electric e personalità del mondo Accademico e delle Professioni, ha selezionato i progetti finalisti che si sono distinti per qualità di progetto, innovazione, applicabilità pratica e chiarezza documentale.

In rappresentanza degli istituti finalisti 45 tra studenti, docenti e dirigenti scolastici hanno presentato il risultato dei propri lavori e ricevuto i meritati riconoscimenti. La premiazione si è tenuta quest’anno presso la sede di Schneider Electric a Stezzano, in provincia di Bergamo, presso la quale gli studenti hanno avuto anche la possibilità di effettuare una visita esclusiva agli stabilimenti produttivi e alla Control Room Fotovoltaica.

I vincitori nelle due categorie “Green Technologies Scuola” e ”Green Technologies altri settori” sono stati premiati, in rappresentanza del MIUR, da Paola Crippa, USR Ambito Territoriale di Bergamo e da Giovanni Rota Sperti, Responsabile dei Rapporti Associativi per Confindustria Bergamo. Per Schneider Electric erano presenti Bruno Venturelli, Direttore Qualità e Formazione, Laura Bruni, Direttore Piano di Sviluppo e Affari Istituzionali, Dario Mangiò, Direttore Comunicazione, e Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università. Per il collegio dei Periti Industriali e Periti Industriali Laureati della provincia di Bergamo ha portato il suo saluto Davide De Nicola.

“Anche quest’anno gli elaborati sono stati di buonissima qualità e, in alcuni casi, si sono avvicinati a un livello professionale di progettazione – ha commentato Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università di Schneider Electric. “Inoltre, rispetto agli scorsi anni, la partecipazione è aumentata coinvolgendo istituti scolastici provenienti da tutto il territorio nazionale. Importante, infine, porre l’accento sul fatto che, grazie a questa iniziativa, la nostra Società è stata inclusa tra le aziende accreditate a promuovere e realizzare  iniziative di Valorizzazione delle Eccellenze riguardanti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, statati e paritarie. Ciò rende ancora più stretta la collaborazione fra Schneider Electric e il MIUR”.

“Questa iniziativa si conferma una testimonianza in cui il futuro della scuola è già realtà,” aggiunge Paola Crippa, USR Ambito Territoriale di Bergamo, “L’opportunità per i ragazzi di mettersi alla prova, imprenditori e promotori di start-up “in embrione” realizzatasi anche grazie alla capacità dei docenti di cogliere situazioni reali di progettazione e miglioramento facendole divenire ambienti di apprendimento, hanno concretizzato in tutte le classi partecipanti processi di formazione incentrati sulla didattica per competenze, nei quali gli studenti sono parsi protagonisti motivati, attivamente coinvolti e orgogliosi dei risultati finali raggiunti.”

Per l’area di progetto “ENERGIA NUOVA PER LE SCUOLE”, l’istituto Vincitore è stato l’ITIS “M. Delpozzo” di Cuneo che ha presentato il progetto “Ottimizzazione dei consumi energetici di un laboratorio didattico” (tutor: prof. Davide Pautassi). Gli altri istituti finalisti rispettivamente al secondo e terzo posto sono stati  l’ITIS “Othocs” di Oristano e l’ITI “San Zeno” di Verona.

Per l’area di progetto “ENERGIA NUOVA IN ALTRI SETTORI” il progetto vincitore è stato “Illuminazione LED, monitoraggio con ottimizzazione dei consumi energetici e produzione di energia da FER, nell’industria” (tutor: prof. Donato Olivieri) dell’Istituto ITIS “E. Majorana” di Martina Franca (TA), mentre gli altri due finalisti rispettivamente al secondo e terzo posto sono stati l’IS “Cairo Montenotte” di Cairo M.tte (SV) e l’IPIA “L. Montini” di Campobasso.

Ai primi 3 classificati nelle due categorie è stato riconosciuto un premio consistente in una borsa di studio per il gruppo di lavoro e in apparecchiature Schneider Electric per l’Istituto di appartenenza, oltre ad una targa commemorativa.

Una meritata menzione agli istituti che si sono classificati al 4° e 5° posto, rispettivamente l’IS “E. Majorana” di Seriate (BG) e l’ITIS “F. Corni” di Modena per l’area di progetto “Green Technologies Scuola”, e ITIS “A. Meucci” di Firenze e ISIS “A. Malignani” di Udine per l’area “Green Technologies Altri Settori”, ai quali è stato inviato un kit didattico per la domotica e un attestato di merito.

Novità di quest’anno, al gruppo di lavoro che ha effettuato la migliore esposizione del proprio progetto è stato assegnato, da una giuria presente in sala, un attestato e la collezione completa del corso “Sistemi Automatici” del prof. Paolo Guidi messo disposizione dalla casa editrice Zanichelli: en plein per l’ITIS “M. Delpozzo” di Cuneo che si è aggiudicato il riconoscimento.

Sostenuta dal successo dell’iniziativa, testimoniato dall’ampia partecipazione al Concorso appena concluso, Schneider Electric sta già mettendo in cantiere l’edizione 2015.