Share via email

Logo Schneider Electric

Si è conclusa con successo, con la premiazione dei vincitori, la quinta edizione del Concorso “GREEN TECHNOLOGIES AWARD, ENERGIA NUOVA PER LE SCUOLE”, organizzato da Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’Energia, e patrocinato dal MIUR – Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Rivolto agli studenti delle classi quarte e quinte di Istituti di Istruzione Secondaria di secondo grado di tutto il territorio nazionale, il Concorso premia i migliori progetti relativi alla realizzazione di sistemi per l’efficienza energetica e per l’utilizzo di energie rinnovabili applicate ad impianti tecnologici presenti in ambito scolastico e in altri settori quali l’industria, l’agricoltura e il terziario.

L’obiettivo è far prendere coscienza delle opportunità relative al risparmio energetico e della necessità di attivare interventi per una gestione più efficiente dell’energia, consentendo agli allievi di acquisire conoscenze e competenze tecniche, che permettano loro un più rapido inserimento nel mondo produttivo.

I vincitori nelle due categorie “Green Technologies Scuola” e ”Green Technologies altri settori” sono stati premiati, in rappresentanza del MIUR, da Antonio Scinicariello, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l’autonomia scolastica. Per Schneider Electric erano presenti Laura Bruni, Direttore Affari Istituzionali, Dario Mangiò, Direttore Field Marketing e Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università.

Pur non avendo potuto partecipare di persona, ha portato il suo saluto anche Maria Cristina Roscia, dell’Università degli Studi di Bergamo, Presidente della Commissione Giudicatrice del concorso, che ha così commentato l’evento: Il concorso ha evidenziato non solo l’elevata qualità dei progetti presentati ma anche il forte interesse da parte degli istituti scolastici per questo importantissimo settore. Le istituzioni, MIUR, Università, Scuole Secondarie di secondo grado, congiuntamente ad una realtà industriale internazionale come la Schneider Electric‎, hanno mostrato che il coniugare i diversi aspetti della conoscenza e della produttività può essere anche di forte stimolo alla formazione di una coscienza energetica sostenibile”

Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università di Schneider Electric ha commentato, tracciando un bilancio dei cinque anni di Green Technology Award: “Con Green Technology Award abbiamo creato una iniziativa di alto impatto che ha coinvolto finora oltre 250 scuole in tutta Italia, con oltre 2.000 docenti e studenti che si sono impegnati per realizzare circa 300 progetti. E’ un percorso di grande valore per i partecipanti, che provenendo da indirizzi di studio diversi hanno potuto coniugare ed acquisire competenze diverse attraverso un’esperienza pratica legata alle tecnologie per l’efficienza energetica, sempre più richieste nel mondo del lavoro. La qualità dei progetti è così elevata che essi non restano un’esercitazione accademica: molte delle soluzioni proposte in questi anni, infatti, sono state applicate nelle scuole e sono anche entrate in una raccolta di soluzioni applicative che Schneider Electric propone per le esigenze di questo settore

Anche Antonio Scincariello, per il MIUR, ha sottolineato il valore dell’iniziativa. “Il nostro compito è fare in modo che il mondo del lavoro e il mondo della scuola dialoghino costantemente. Per quanto riguarda l’istruzione tecnica e professionale, è un rapporto che oggi va coltivato facendone un sistema, supportato dalle politiche scolastiche – come ad esempio l’alternanza scuola lavoro – e dall’adesione del mondo dell’impresa”.

I numeri dell’edizione 2015 e i vincitori

All’edizione 2014/2015 hanno aderito 38 istituti da tutta Italia, che hanno coinvolto una popolazione di oltre 300 studenti. La Commissione Giudicatrice, composta da specialisti Schneider Electric e personalità del mondo Accademico e delle Professioni, ha selezionato i progetti finalisti che si sono distinti per qualità di progetto, innovazione, applicabilità pratica e chiarezza documentale.

In rappresentanza degli istituti finalisti, oltre 50 tra studenti, docenti e dirigenti scolastici hanno presentato il risultato dei propri lavori e ricevuto i meritati riconoscimenti. La premiazione si è tenuta quest’anno presso la sede di Schneider Electric a Stezzano, in provincia di Bergamo, presso la quale gli studenti hanno avuto anche la possibilità di visitare il nuovo Xperience Lab, lo spazio dedicato alle più innovative soluzioni per l’efficienza energetica applicata in tutti i settori, dalla domotica all’industria.

Per l’area di progetto “GREEN TECHNOLOGIES SCUOLE”, l’istituto Vincitore è stato l’IIS “F. Corni” di Modena, che ha presentato il progetto “Lello il bidello, disinserimento carichi mediante touch screen”. Gli altri istituti finalisti rispettivamente al secondo e terzo posto sono stati l’IIS “Cravetta-Marconi” di Savigliano (CN) e l’ITIS “M. Delpozzo” di Cuneo. La motivazione per l’assegnazione del premio alla scuola prima classificata è stata “Il gruppo di lavoro dell’Istituto “Fermo Corni” di Modena ha realizzato, in modo chiaro ed esaustivo, un progetto con soluzioni innovative di automazione, volte all’ottimizzazione e al controllo dei consumi elettrici dell’edificio scolastico, valorizzandone l’utilizzo da remoto”.

Per l’area di progetto “GREEN TECHNOLOGIES – ALTRI SETTORI” il progetto vincitore è stato “Emme Energydell’IIS IPSIA “L. Montini – V. Cuoco” di Campobasso. Al secondo e al terzo posto si sono classificati l’ITIS “A. Meucci” di Firenze e l’IPSIA “G. Ceconi” di Udine. La Commissione ha così motivato l’assegnazione del premio alla scuola di Campobasso: “Il gruppo di lavoro dell’Istituto “L. Montini” di Campobasso ha proposto un progetto metodologicamente completo di efficientamento energetico, partendo da un’analisi energetica con misurazioni in campo e monitoraggio su cloud, seguita dall’implementazione di soluzioni innovative per la gestione di carichi elettrici e controllo delle emissioni”.

Ai primi 3 classificati nelle due categorie è stato riconosciuto un premio consistente in una borsa di studio per il gruppo di lavoro e in apparecchiature Schneider Electric per l’Istituto di appartenenza, oltre ad una targa commemorativa.

Quest’anno è stato anche assegnato un Premio Speciale della Giuria, all’IIS “Cairo Montenotte” di Cairo M.tte, in Provincia di Savona, che ha realizzato il progetto “SUNRASE, rasaerba automatico ad energia solare”. La Giuria ha evidenziato come “Il gruppo di lavoro dell’Istituto “Cairo Montenotte” con il prototipo SUNRASE si è distinto per la capacità di integrare in modo creativo l’automazione e la produzione di energia fotovoltaica con l’obiettivo di soddisfare un’esigenza specifica di cura del manto erboso della loro scuola a costi contenuti e in modo sostenibile”.

Una meritata menzione agli istituti che si sono classificati al 4° e 5° posto, rispettivamente l’IIS “A. Avogadro” di Torino e l’ITT “San Marco” di Mestre (VE) per l’area di progetto “Green Technologies Scuole”, e ITIS “M. Delpozzo” di Cuneo e l’ISIS “Zappa-Fermi” di Parma per l’area “Green Technologies Altri Settori. Le scuole hanno ricevuto un kit didattico per la domotica e un attestato di merito.

Si è poi rinnovato anche il premio per il gruppo di lavoro che ha effettuato la migliore esposizione del proprio progetto, assegnato da una giuria presente in sala e consistente nella collezione completa del corso “Sistemi Automatici” messo a disposizione dalla casa editrice Zanichelli. Il vincitore è stato anche per questa categoria l’IIS F. Corni di Modena.

Sostenuta dal successo dell’iniziativa, testimoniato dall’ampia partecipazione al Concorso appena concluso, Schneider Electric sta già mettendo in cantiere l’edizione 2016.