Share via email

Logo Schneider Electric

P.E. LABELLERS, nata come piccola officina nel 1974 ad opera di Bruno Negri e Mario Ballarotti, oggi è l’azienda leader mondiale nella produzione di macchine etichettatrici automatiche, con 14 realtà produttive (di cui otto in Italia) dedicate alle diverse lavorazioni.  L’azienda ha di recente presentato in occasione di SIMEI 2013 MAYA, una sleeveratrice lineare che rappresenta la nuova frontiera per la lavorazione di etichette di tipo “sleeve” termo retratte, ancora una volta con l’apporto delle soluzioni per l’automazione di Schneider Electric, che è partner su base continuativa dell’azienda: il partner principale per le macchine di nuova generazione, con soluzioni e componenti montate in oltre il 50% delle macchine prodotte.

Essere partner di P.E. LABELLERS è una sfida importante. L’azienda infatti integra al proprio interno tutte le risorse e il know-how necessari per la creazione delle macchine, definendo ogni passaggio del percorso – dalla progettazione al commissioning – in stretto contatto con il cliente; investe costantemente in macchinari per la produzione di ultima generazione, così da garantire per le proprie etichettatrici la massima qualità, affidabilità e precisione operativa. MayaSMALL

Per rispettare tale impegno, tutte le parti ed i componenti delle macchine, ad esclusione dei componenti commerciali, sono prodotte nei centri specializzati P.E. LABELLERS secondo severe specifiche tecniche mirate ad ottenere nelle macchine finite una qualità generale di livello superiore.

Schneider Electric ha conquistato la posizione di partner su base continuativa dell’azienda grazie ad esperienze positive per la realizzazione di una etichettatrice ad alta produzione che ha rivoluzionato il concetto di applicazione roll-fed e per una seconda macchina con rapporto qualità-prezzo ottimale, che ha permesso l’internazionalizzazione dei prodotti dell’azienda. La presenza globale del gruppo Schneider Electric, la competenza nella consulenza in fase progettuale fino al supporto post vendita, oltre alla capacità di individuare prontamente le funzioni necessarie a soddisfare le esigenze di controllo avanzato delle macchine di P.E. LABELLERS sono risultati fattori chiave del successo della collaborazione.

La sleeveratrice lineare MAYA, dedicata alla lavorazione di etichette di tipo sleeve termo retratte, è una tipologia di macchina che permette la realizzazione di confezionamenti appartenenti a svariati settori, in particolare beverage – ma anche food, personal care, farmaceutico – con un occhio di riguardo all’aspetto estetico del prodotto finale, con una lavorazione che posiziona il prodotto finito in una fascia di livello premium per qualità e visibilità. L’etichetta sleeve infatti permette di sfruttare tutta la superficie del contenitore per presentare le caratteristiche del prodotto, oltre a rendere il packaging assolutamente moderno e accattivante.

Partendo da una  bobina di materiale pre-saldato, per mezzo di avanzati metodi di automazione e controllo la macchina va a formare un tubo che sarà poi tagliato ed applicato al prodotto. Immediatamente al termine del processo di inserimento etichetta, un tunnel di termo retrazione,  provvederà al perfetto adattamento del materiale sul contenitore.

Gli applicatori automatici di sleeve sono disponibili in diverse versioni per soddisfare le più svariate necessità di confezionamento: Full body; Partial body; Tamper evident su tappo (sigillo di garanzia); Underlap; Pre-taglio verticale e/o orizzontale; Accoppiamento per promozioni (Bi-pack); Non-stop con magazzino automatico per ridurre al massimo i fermi linea.

Al fine di garantire le migliori performances produttive, il tunnel per la retrazione del manicotto è disponibile anch’esso in due versioni, ad aria calda o a vapore.  Seguendo la filosofia di qualità delle macchine P.E. LABELLERS ampia è la possibilità di personalizzazione e il numero di optional installabili, in modo tale da potersi adattare alle più svariate forme di contenitori, vuoti o pieni, di qualsiasi materiale, forma e dimensione, con percentuali di retrazione fino all’80%.

In particolare, Schneider Electric ha offerto a P.E. LABELLERS soluzioni quali  SoMachine e So Machine Motion, con cui l’azienda ha potuto creare su una unica piattaforma Hardware e con un unico ambiente di sviluppo software tutte le funzionalità PLC e Motion Control.

Inoltre, tool dedicati, Ecam, Epas, Etest, consentono di ridurre drasticamente il time to market delle macchine di P.E. LABELLERS, aumentandone la competitività semplificando e rendendo più efficiente l’intero processo di automazione della macchina stessa.

In aggiunta, l’approccio modulare alla progettazione tipico dei componenti Schneider Electric permette di realizzare più facilmente a partire da una stessa piattaforma differenti tipologie di macchine, con differenti esigenze di rapporto prezzo/prestazioni: una flessibilità che va incontro alle esigenze di continua innovazione tecnologica dell’offerta, essenziale per essere leader di mercato nel settore altamente competitivo dell’ automazione.