Share via email

Logo Schneider Electric

Stezzano (BG) 22 febbraio 2017 –  Come ogni anno Schneider Electric annuncia, insieme ai risultati finanziari dell’anno, anche i suoi risultati non finanziari – misurati con uno strumento creato ad hoc, il Planet & Society Barometer. Questo strumento usa 16 indicatori per misurare su base trimestrale l’avanzamento dell’impegno di  Schneider Electric per uno sviluppo sostenibile. L’obiettivo di 10/10 si avvicina: nell’anno 2016, Schneider Electric ha raggiunto un punteggio complessivo di 8,4/10 –  crescendo di oltre 2 punti in un anno.   L’attuale barometer sta misurando il periodo 2015-2017.

Il Planet & Society Barometer suddivide gli obiettivi in tre pilastri: Planet, Profit e People.

Il pilastro Planet riguarda gli indicatori di sostenibilità ambientale.

  • Nel 2016 il programma di risparmio energetico Schneider Energy Action, che mira a un risparmio energetico del 10% nei siti principali del gruppo, ha evidenziato che tra il 2015 e il 2016 si è avuto un risparmio del 7,1%. Quasi il 10% delle emissioni di anidride carbonica del gruppo sono causate dal consumo energetico delle sue sedi: questo impegno è quindi molto importante, e Schneider Electric sin dal 2005 si è via via posta obiettivi annuali di riduzione del suo impatto che misura e rende pubblici, sia per i siti di produzione sia per i siti logistici.
  • L’obiettivo di ottenere che il 100% dei prodotti in ricerca e sviluppo siano progettati adottando il metodo eco-sostenibile “ecoDesign Way” procede stabilmente. Alla fine del 2016, l’81,6% dei prodotti è nato seguendo questo approccio sistematico che intende misurare la capacità del gruppo di migliorare l’impronta ambientale dei suoi prodotti in tutto il loro ciclo di vita. E’ una scelta che è guidata dal desiderio di Schneider Electric di mettere sul mercato prodotti che possano essere parte di un modello di economia circolare, offrendo maggiore possibilità di manutenzione, riparazione, capacità di riaggiornamento e di  reintroduzione in nuovi processi alla fine del ciclo di vita. Il metodo si focalizza anche sull’efficienza energetica e sull’abbassare l’impatto in termini di anidride carbonica.

Il pilastro Profit connette il business alla responsabilità e sostenibilità

  • Schneider Electric si è posta dopo il COP 21 di Parigi a fine 2015 l’obiettivo di quantificare l’impatto di Co2 del 100% dei progetti che realizza per i suoi grandi clienti. Per la prima volta è stato misurato questo parametro, e ad oggi il 16% di tali progetti lo rispetta. L’obiettivo di questo programma è ottenere uno strumento affidabile per calcolare e comunicare l’impatto di Co2 dei progetti, calcolando le emissioni evitate rispetto a scenari di riferimento adeguati, e identificando quei casi in cui la riduzione dell’impatto di CO2 diventa un vantaggio anche commerciale.  Si misurano i progetti acquisiti durante l’anno in tutto il mondo.
  • L’indicatore legato all’Etica e alla Responsabilità prevede di arrivare al 100% delle entità aziendali che superano le valutazioni interne. Alla fine del 2016, il 93,4% delle entità ha superato la valutazione. Il calcolo avviene sulla base di una survey annuale parte di un audit interno. Le varie entità devono fornire documentazione a supporto di tutte le risposte poitive che danno, e il team interno di controllo poi fa un audit sul 5 – 10% delle entità. I risultati sono comunicati alla fine del terzo trimestere di ogni anno, così che le varie entità possano agire per migliorare i loro punteggi prima della pubblicazione finale dei risultati dell’anno.

Il pilastro People riguarda l’impegno di Schneider  Electric verso il suo personale e la società.

  • Un giorno di formazione per ogni dipendente ogni anno” è l’obiettivo di Schneider Electric. Nel 2016, questo indicatore ha raggiunto il 92% – superando l’obiettivo previsto che era dell’85%. Un giorno di formazione equivale a sette ore. Ci si è focalizzati molto sul programma aziendale “Learning on Schneider is ON 2015- 2020), che cerca anche di favorire una cultura che renda protagonista il dipendente stesso, il quale prenda l’iniziativa di imparare, aumentare le sue capacità, spingere lo sviluppo della sua carriera. Schneider Electric desidera che i suoi dipendenti si sentano in grado di farlo a prescindere dalle loro origini, educazione, ambiente, nazionalità, genere, tipo di business in cui operano, livello di inserimento in azienda etc.
  • L’obiettivo dell’indicatore “85% dei dipendenti lavorano in paesi in cui Schneider Electric ha un piano per la parità salariale di genere” ha raggiunto i 75% alla fine dell’anno, in 35 paesi. Schneider Electric usa una metodologia standard comune e globale per identificare il gap salariale di genere fra gruppi comparabili di dipententi e usa un approccio su scala locale per prendere le misure correttive più appropriate.

Gilles Vermot Desroches, Sustainability Senior VP di Schneider Electric, ha commentato con soddisfazione il risultato.

 “In un anno siamo passati da 6,33/10 a 8,48/10: è una crescita che non ha precedenti fin da quando abbiamo istituito il Planet & Society Barometer nel 2015.  Questa performance positiva riguarda tutti gli indicatori: ad esempio, oggi oltre l’80% dei nostri nuovi prodotti in ricerca e sviluppo sono stati progettati con il nostro metodo eco-sostenibile, EcoDesign Way, che abbiamo lanciato soltanto nel 2015. Il nostro impegno per le persone che lavorano con noi è altrettanto intenso:  il 92% degli oltre 160.000 dipendenti che abbiamo nel mondo ha avuto un giorno di formazione nell’anno, e oltre il 90% delle nostre organizzazioni supera con successo le nostre verifiche su etica e responsabilità. Verso l’esterno, ci adoperiamo per far crescere un mondo in cui il diritto all’energia sia assicurato: oltre 20 milioni di persone nel mondo hanno potuto trarre vantaggio dalla nostra offerta pensata per garantire l’accesso all’energia. Non è un caso se i più importanti indici internazionali riconoscono ampiamente il nostro impegno. Siamo Industry Leader nel DJSI, siamo parte della “Climate A List” di CPP, siamo la 27ma azienda più sostenibile nel mondo della classifica Global 100, siamo riconosciuti come leader nel nostro settore da Ethisphere, Viceo Eiris, Oekom.”

Dettagli ulteriori sui risultati dei singoli indicatori sono disponibili online: www.schneider-electric.com/sri