Share via email

Logo Schneider Electric

Schneider Electric ha aderito al progetto MyLearnSmart, recentemente annunciato da Cisco Italia, un nuovo modello di formazione ideato per erogare ai propri partner informazioni, argomentazioni e valore tramite una nuova piattaforma di training appositamente realizzata per approfondire numerosi aspetti tecnologici e commerciali indispensabili per cogliere tutte le opportunità dell’Internet of Everything.

“Il progetto guidato da Cisco Italia, che ci vede coinvolti insieme Between – Ernst & Young, rappresenta per noi un’importante opportunità per erogare contenuti formativi di elevata qualità non solo ai partner comuni alle tre aziende, ma a tutte quelle realtà che desiderano approfondire le tematiche “smart”: quei trend tecnologici che rivestono oggi un’importanza sempre maggiore, dove il concetto di Internet of Everything viene applicato a tutti i settori: smart retail, smart building, smart food, smart manufacturing, smart life,” ha dichiarato Marco Svara, Strategy, Influence and Company Program VP di Schneider Electric.

“Abbiamo aderito con entusiasmo a questo nuovo progetto, tutto italiano, con la volontà e l’impegno di mettere a fattor comune le conoscenze e le esperienze che abbiamo sviluppato in Schneider Electric e fornire ai nostri partner e alle aziende interessate egli strumenti che possano aiutarli a essere competitivi.”

Schneider Electric, specialista mondiale nella gestione dell’energia e dell’automazione, da anni è impegnata affinché l’IoT diventi una realtà, partecipando all’evoluzione delle tecnologie ICT e promuovendo la loro crescente diffusione negli ambienti industriali, dall’introduzione del primo PLC sul mercato con il Modicon, 45 anni fa, all’introduzione della connettività in ambito industriale con le soluzioni Transparent Factory, che già nel 2000 si basavano su Ethernet per offrire un livello di flessibilità e connettività al tempo senza precedenti.

“Le applicazioni industry come quelle che abbiamo recentemente annunciato in occasione di SPS avevano la comune denominazione di “IoT ready”, per consentire ai clienti di ottenere processi e macchine in grado di accompagnare la transizione verso la cosiddetta “Fabbrica 4.0,” ha commentato Sophie Borgne, Marketing Director Industry BU di Schneider Electric. “In quest’ottica abbiamo rafforzato le alleanze con i player del settore IT più importanti e arricchito la nostra capacità di eccellenza in ambito industriale con tutti gli elementi necessari a proporre ai nostri clienti soluzioni che già oggi vedono protagonisti componenti connessi alla rete e connessi fra di loro. E per il futuro, contiamo di dispiegare pienamente tutte le potenzialità della connettività “totale”: anywhere, anytime, anything.”

“Questo portale sarà un riferimento importante anche per i nostri partner EcoXpert , che avranno a disposizione un incubatore di nuovi spunti di formazione sull’IoT dove approfondire approcci SMART all’efficienza energetica grazie alle possibilità offerte dalla digitalizzazione,” ha aggiunto Saul Fava, Business Development Manager di Schneider Electric. “Noi siamo gli specialisti della gestione dell’energia, e laddove c’è energia noi stiamo sviluppando soluzioni capaci non solo di migliorare le performance e aiutare le aziende a innovare, ma anche di ottenere un livello di efficienza energetica senza precedenti grazie alla possibilità di raccogliere, misurare, gestire l’energia attraverso l’utilizzo di componenti intelligenti, che comunicano fra di loro e comunicano con i sistemi interni ed esterni all’azienda, con le reti energetiche etc. grazie all’utilizzo delle tecnologie digitale.”

“Un altro ambito di applicazione dell’IoT è il building dove l’intelligenza ormai è pervasiva in tutte le apparecchiature che fanno automazione dell’edificio,” ha concluso Ivan Mangialenti, business support manager di Schneider Electric, “che sono un po’ il collante di tutta la tecnologia che vi è installata all’interno. L’integrazione data dall’IoT, che infonde capacità IT in offerte di tecnologia OT può davvero migliorare il nostro modo di vivere, lavorare e il nostro tempo libero. Finestre che si oscurano automaticamente per ridurre i riflessi e diminuire l’aria condizionata, gestione intelligente dell’edificio. Le possibilità sono infinite.”

La piattaforma è aperta a tutti e l’accesso è gratuito, è sufficiente iscriversi a questo indirizzo: https://mylearnsmart.it/

Alcune lezioni e i primi contenuti professionali confezionati dalle aziende coinvolte sono già disponibili e altri saranno aggiunti prossimamente.

Il primo contenuto realizzato da Schneider Electric è già accessibile: si tratta della Lezione 2.1 – Modelli e strumenti per finanziare una Smart City, una lezione durante la quale Ivan Mangialenti introduce il tema dei finanziamenti della Smart City, con riferimento ai programmi europei e in particolare a Horizon 2020, il programma quadro della Comunità Europea avviato nel 2014. Iacopo De Angelis di Between – Ernst & Young approfondisce poi il tema dei modelli e strumenti di finanziamento europeo adeguati e utili per le Smart City.

In futuro saranno inseriti moduli riguardanti l’offerta IT e data center, industry e smart energy.