Share via email

Logo Schneider Electric

Latterie Vicentine ha rinnovato l’infrastruttura di Data Center con soluzioni di contenimento, impianti di climatizzazione e gruppi di continuità Schneider Electric, a garanzia di servizi e operatività senza interruzioni.

Latterie Vicentine, società cooperativa che opera nella produzione e distribuzione di latte e suoi derivati, nata nel 2001 dalla fusione di due realtà che avevano a loro volta riunito numerose piccole cooperative della provincia di Vicenza, è oggi composta da circa 400 aziende agricole associate per una produzione media giornaliera di 3.300 quintali di latte lavorato e un fatturato che, nel 2013, è stato di 68,5 milioni di euro.

DC Latterie

Un risultato frutto delle 441 mila forme di formaggio Asiago Fresco, delle 50 mila di Asiago Stagionato e delle 50 mila di Grana Padano prodotte ogni anno, che vanno ad aggiungersi ai 15 milioni di litri di latte distribuiti.

Tra i due stabilimenti ubicati a Bassano del Grappa e a Bressanvido, è in quest’ultimo, recentemente ristrutturato, che sono stati centralizzazione gli uffici direzionali, amministrativi, tecnici e commerciali precedentemente sparsi sul territorio. Una vera e propria riorganizzazione che ha consentito all’azienda di compiere un salto di qualità, riuscendo a coniugare efficienza logistica e innovazione tecnologica, dotandosi di un nuovo sistema di Information & Communication Technology e di un Data Center basato su soluzioni di contenimento, condizionamento e gruppi di continuità Schneider Electric con il supporto di RETI srl, società di Thiene specializzata nella progettazione, installazione e manutenzione di sistemi ICT a supporto del business.

Mantese Latterie“Avevamo la necessità di dotarci di un sistema di elaborazione e archiviazione dati tale da consentire le attività di back-up senza rallentare o impedire l’utilizzo dei servizi attraverso la rete”, chiarisce Carlo Mantese, responsabile IT di Latterie Vicentine. E il dover svolgere attività complesse fuori dagli orari di congestionamento dei sistemi non era il solo limite da superare. “L’impatto sulla produzione del downtime dei servizi e delle macchine, compresi i tempi di ripristino e di recupero da parte dei sistemisti e sperimentato in passato, ci ha creato non pochi problemi e danni economici”.

Disegnando da zero i nuovi sistemi ICT di Latterie Vicentine, Reti ha così messo a punto un progetto pensato per raggiungere tali obiettivi nel medio periodo. Oltre a un’architettura di rete ad anello tale da garantire la trasmissione dati ad alta velocità ovunque, la proposta ha compreso un’infrastruttura di Data Center con sistemi di contenimento, approvvigionamento energetico, climatizzazione e controllo da remoto basati su soluzioni Schneider Electric.

“I tempi sono cambiati da quando alla sala macchine venivano dedicati spazi inadeguati”, sottolinea Ruggero Zanin, System Engineering di Reti. “Ora c’è maggiore sensibilità, a partire dagli ambienti individuati con questa destinazione d’uso. Nei Data Center vivono e sono conservate le informazioni aziendali alla base del business. Con questa strategia, il data center di Latterie Vicentine consente loro una crescita nel tempo anche in linea con le esigenze che emergeranno in futuro”.

La soddisfazione di Latterie Vicentine riguarda l’intero progetto e tutti gli attori che vi hanno collaborato. “Abbiamo valutato diverse proposte di sala CED che comprendessero anche la componente di infrastruttura di rete e telefonica”, aggiunge Mantese. “Il rapporto con Reti è nato perché ci hanno proposto una soluzione su misura in cui sono riusciti a identificare gli elementi più appropriati. Reti ha saputo fornire una consulenza per mettere a disposizione la tecnologia più adatta a supporto delle nostre esigenze di business”. Un giudizio in cui emerge chiaramente il valore delle soluzioni Schneider Electric. “Le soluzioni Schneider Electric sono sinonimo di affidabilità e ci consentiranno di crescere e di proteggere a lungo l’investimento che abbiamo effettuato”, conclude Mantese.