Share via email

Schneider Electric, lo specialista globale nella gestione dell’energia, il primo dicembre scorso ha chiuso il ciclo di incontri “Schneider Electric University Day”,  ospitando presso la sua sede di Stezzano 60 laureandi italiani e stranieri del corso di laurea in Ingegneria Elettrica ed Energetica del Politecnico di Torino.

Scopo della visita far conoscere da vicino l’unità produttiva delle soluzioni per la Media Tensione e di materiale per l’installazione elettrica, ma anche dare la possibilità agli studenti di scoprire l’innovazione tecnologica nel loro settore, attraverso un seminario sul nuovo quadro intelligente “iQuadro” ed un percorso di vista al laboratorio XperienceLab.Immagine visita Poli TO_1 dic

XperienceLab è un’area nata per raccogliere le ultimissime innovazioni tecnologiche in materia di gestione dell’energia e di efficienza energetica.

Qui gli studenti hanno potuto “fare esperienza dell’energia intelligente che comunica” e scoprire il funzionamento di quei sistemi che costituiscono la “smart city”, ovvero tutte le opportunità per migliorare l’efficienza energetica nelle nostre case, nelle industrie, nelle città e in altri settori e spesso non visibili al pubblico.

Inoltre, guidati da un esperto, hanno potuto assistere a demo e simulazioni relative a diverse esperienze in cui la rete elettrica, la rete informatica e le apparecchiature di automazione “dialogano” fra di loro consentendo una efficace gestione dell’energia.

La giornata di Stezzano ha chiuso per il 2014 il programma di Schneider Electric “University Days”, che ha coinvolto anche gli atenei di Genova, Padova, Bologna, Cagliari e Brescia in un ciclo di incontri e seminari su tematiche quali l’efficienza energetica, l’automazione, la domotica, la distribuzione elettrica.  Agli incontri tenuti nel 2014 hanno partecipato  oltre 500 studenti e docenti universitari; l’iniziativa proseguirà anche nel 2015 con l’obiettivo di ampliare ulteriormente la partecipazione.

 “Gli University Day offrono informazioni essenziali per chi sta per affacciarsi sul mondo del lavoro: quali competenze sono richieste ai neo-ingegneri, e soprattutto quali sono i possibili sbocchi professionali in una realtà multinazionale come la nostra, in Italia e nei vari paesi in cui siamo presenti. Per noi come azienda, invece, è l’occasione per incontrare giovani che potrebbero essere “ i nostri dipendenti del futuro” spiega Gianfranco Mereu, Responsabile delle Relazioni con le Scuole e le Università di Schneider Electric . “Abbiamo inoltre colto l’occasione per promuovere la partecipazione al nostro concorso universitario per tesi di laurea sull’efficienza energetica Think Green, be Efficient: quest’anno sono in gara ben 50 lavori di studenti provenienti da 27 università”.    

La voce degli studenti

l valore degli University Day per gli studenti è testimoniato dai commenti di alcuni degli studenti che hanno partecipato alla giornata di Stezzano.

Ritengo sia importante, per un futuro ingegnere, conoscere le soluzioni per la distribuzione dell’energia elettrica in media tensione che abbiamo avuto modo di toccare con mano oggi . Grazie alla visita di oggi, sono anche più chiari per me i possibili sbocchi professionali al termine del mio percorso di studi” ha detto Michele Ranieri, approdato al Politecnico di Torino per la laurea magistrale in Ingegneria Elettrica dopo il triennio completato al Politecnico di Bari.

Il suo compagno di studi Giuseppe Guzzetta ha apprezzato in particolare il primo contatto con l’ambiente di lavoro di una multinazionale: “Sono rimasto particolarmente colpito dall’organizzazione del processo produttivo degli stabilimenti,  non solo per la sua qualità ma soprattutto per il continuo confronto che si ha tra “i piani alti” e “i piani bassi” durante l’intero processo“.

E Juan Rafale Morales Celis, che dalla Colombia è arrivato al Politecnico per completare i suoi studi ha trovato in particolare interessante nella visita il seminario tecnico sul quadro intelligente e sul software per la progettazione elettrica “iProject”. “Per un futuro ingegnere è fondamentale conoscere l’evoluzione tecnologica e soprattutto le innovative soluzioni di efficienza energetica nella distribuzione elettrica” ha commentato.

Il programma Attività Scuola Tecnica e Università di Schneider Electric

Gli incontri “University Days” fanno parte del programma Attività Scuola Tecnica e Università che Schneider Electric  porta avanti da diversi anni, collaborando con oltre 350 istituti di formazione tecnica di tutto il territorio nazionale, fra cui 28 Università, con l’obiettivo di mettere a disposizione di docenti e studenti la propria esperienza, attraverso iniziative di formazione pratica, formazione online, stage aziendali, soluzioni e laboratori didattici.   Particolare attenzione è data alla collaborazione con Politecnici e Università per creare opportunità di incontro e formazione e definire percorsi formativi all’avanguardia.

Per ulteriori informazioni sull’attività Schneider Electric per le Scuole Tecniche e le Università: http://www.schneider-electric.it/sites/italy/it/prodotti-e-servizi/scuole-tecniche/attivita-scuola-tecnica.page