Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)Immagini

Logo Teamviewer

TeamViewer 12 implementa funzioni aggiuntive di sicurezza, una usabilità più semplice, il controllo remoto mobile-to-mobile e la condivisione dello schermo tra dispositivi Android, iOS e Windows Phone. Più veloce e più fluido che mai: il trasferimento dei file è di circa 20 volte più rapido rispetto alla versione 11 (con una velocità di 200 MB/s) e con un’alta capacità di frame rate con sessioni remote fino a 60 FPS. Beneficia della migliore connessione possibile e qualità grazie a significative ottimizzazioni che migliorano la velocità generale e la reattività con aggiustamenti in base alle condizioni di sistema e di rete. TeamViewer farà parte della Stazione Spaziale Internazionale ISS all’interno del progetto “Echo”, una serie di 12 esperimenti di ricerca condotta dall’Agenzia Spaziale francese CNES.

Conclusa con successo la fase beta della propria soluzione di punta, TeamViewer®, pioniere mondiale del software per il controllo remoto e la collaborazione online, annuncia la disponibilità della versione finale di TeamViewer 12. Dopo aver implementato funzioni di sicurezza aggiuntive, una usabilità più semplice e una velocità considerevolmente superiore, il software TeamViewer 12 è più completo che mai.

Questa ultima versione di TeamViewer esce recentemente dopo che l’autorevole Accademia tedesca  World Market Leader ha premiato TeamViewer col riconoscimento come World Market Leader Champion 2017 nella categoria “tecnologie basate su cloud per il supporto internet e riunioni on-line” come contenuto nella recente pubblicazione World Market Leader Index: http://www.weltmarktfuehrerindex.de/.

“Il nostro obiettivo è quello di rendere il lavoro degli utenti di TeamViewer semplice, affidabile e più agile possibile, senza perdere in velocità, sicurezza e qualità”, afferma Kornelius Brunner, Chief Innovation Officer di TeamViewer. “Ci impegniamo a fornire ai nostri utenti il supporto remoto, l’accesso remoto e lo strumento di collaborazione online più potenti e versatili possibili: in questo modo possono risparmiare tempo e aumentare la loro produttività”.

Oltre al rilascio della versione 12, TeamViewer è orgogliosa di annunciare che “volerà” nello spazio grazie alla Stazione Spaziale Internazionale ISS all’interno del progetto “Echo”, una serie di 12 esperimenti di ricerca condotti dalla Agenzia Spaziale francese CNES (Centro Nazionale D’Etudes Spatiales). La missione spaziale è dotata di una macchina a ultrasuoni che sarà azionata a distanza dalla Terra, da un medico specializzato, grazie all’utilizzo di una soluzione TeamViewer personalizzata e progettata in collaborazione con il centro di ricerca e sviluppo CNES CADMOS.

 

TeamViewer 12 offre agli utenti le seguenti caratteristiche e oltre ancora:

Controllo remoto e la condivisione dello schermo mobile-to-mobile

TeamViewer 12 consente la condivisione dello schermo e il controllo remoto tra dispositivi iOS, Android e telefoni cellulari Windows, indipendentemente da dove si trovino. Con questa versione, TeamViewer si converte il primo nella industria che supporta l’accesso remoto verso dispositivi Windows Mobile 10. Questo dimostra l’impegno da parte di TeamViewer per supportare tutte le piattaforme disponibili senza eccezioni. Le caratteristiche potrebbero variare a seconda del sistema operativo. Per ulteriori informazioni si prega di consultare le FAQ per gli utenti di iPhone/iPad e le FAQ per gli utenti Android.

Velocità di trasferimento file e prestazioni complessive migliorate

Con TeamViewer 12 é possibile trasferire files con una velocità fino a 200 MB/s. Questo significa che il trasferimento file è fino a 20 volte più veloce rispetto alla versione precedente. Grazie alle notevoli ottimizzazioni di back-end, gli utenti possono ora lavorare più velocemente e agevolmente fino a 60FPS su tutte le sessioni remote, a seguito del miglioramento dei tempi di risposta degli input da tastiera, mouse o touch screen. TeamViewer, inoltre, offre agli utenti le migliori prestazioni possibili tramite regolazioni automatiche intelligenti sulla base delle condizioni di sistema e di rete.

Maggiore trasparenza e sicurezza

Gli utenti possono ora verificare che i criteri siano stati assegnati ed applicati correttamente ai propri dispositivi e scoprire rapidamente chi è collegato verso uno specifico dispositivo attraverso la visualizzazione di tutte le connessioni in entrata grazie alla Management Console di TeamViewer. Gli amministratori possono comunicare con l’utente remoto in modo chiaro e semplice, lasciando una nota durante la sessione di supporto remoto e gli administratori possono eseguire TeamViewer su più dispositivi con la semplice pressione di un singolo tasto.

Controllo Proattivo dei Dispositivi per una gestioni dei casi di serivizio più sicura

La nuova Dashboard (Descrizione) durante le sessioni remote fornisce informazioni importanti riguardo le performance del dispositivo in maniera tale che lo staff di IT possa verificare tali informazioni. Inoltre gli utenti potranno contattare il loro supporto ancor prima che la sessione remota sia iniziata per fornire dettagli riguardo il loro problema in maniera tale che il loro caso venga assegnato allo specialista IT più velocemente. Con l’aiuto delle notifiche email e pop-up sui casi di assistenza è possibile assistere rapidamente il proprio cliente rendendo il supporto più efficace.

Usabilità multipla della piattaforma

TeamViewer 12 può essere utilizzato su più piattaforme e sistemi operativi. Il software, infatti, funziona su diversi sistemi operativi, tra cui le versioni più recenti: iOS 10, Android Nougat (Torrone), Windows 10, Windows 10 Anniversary e macOS Sierra. Il programma supporta anche i sistemi operativi meno recenti come Windows XP e Windows Server 2003.

TeamViewer 12, inoltre, offre ulteriori funzionalità aggiuntive. Le descrizioni dettagliate di tutte le nuove funzionalità e gli aggiornamenti sono disponibili all’indirizzo https://www.teamviewer.com/latest-version/.

 TeamViewer 12 è già disponibile per Windows, Mac, Linux, dispositivi mobili e Chrome OS. Il set di funzionalità descritte può variare a seconda del sistema operativo. Per ulteriori informazioni e l’opzione di download del software sono disponibili all’indirizzo https://www.teamviewer.com/latest-version. Per l’uso commerciale, TeamViewer offre diverse licenze personalizzate per soddisfare le esigenze specifiche delle piccole, medie e grandi aziende.

Maggiori informazioni sono disponibili all’indirizzo www.teamviewer.com/licensing. Come sempre, per l’uso personale non commerciale, il software TeamViewer è gratuito.

Le immagini sono scaricabili qui.

 

A proposito del progetto “Echo”

Il progetto “Echo” è un esperimento che sarà condotto a bordo della missione ISS “Proxima” a partire dal mese di novembre 2016. CADMOS, il centro R&D per gli esperimenti dell’Agenzia Spaziale francese CNES (Centro Nationale d’Etudes Spatiales), ha sviluppato questo programma in collaborazione con diversi partner tecnologici e con Prof. Arbeille, un esperto di ultrasuoni presso l’Università di Tours. “Echo” è stato già testato con successo nella fase di prova sulla Terra e sarà uno dei 12 esperimenti sulla ISS per quanto riguarda il corpo umano e che saranno condotti dal CADMOS.

L’esperimento è caratterizzato da una macchina a ultrasuoni che sarà inviata alla ISS a dicembre 2016. La macchina a ultrasuoni, in particolare, sarà gestita dalla Terra da remoto dal Prof. Arbeille. Il funzionamento a distanza avviene grazie a una sonda a ultrasuoni da remoto e alla trasmissione di video/ immagini e file tramite TeamViewer. TeamViewer, nello specifico, ha progettato una soluzione personalizzata in collaborazione con CADMOS adattandola alle condizioni specifiche dello spazio – come per esempio una debole connessione di rete e la perdita temporanea di connessione – per ridurre al minimo l’intervallo di tempo della trasmissione di immagini.

Maggiori informazioni sul progetto “Echo” sono disponibili qui.