Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Logo Tv old

La possibilità di perdere i dati si manifesta in diverse forme: quasi un terzo degli utenti non ha mai effettuato un backup, vengono rubati dispositivi mobili di continuo e un computer su dieci viene infettato da un virus ogni mese. I creatori della Giornata Mondiale del Backup, che si terrà il 31 marzo, utilizzano questo tipo di statistiche per evidenziare la necessità e l’importanza del backup dei dati. Tuttavia, secondo TeamViewer®, uno dei principali fornitori di software per il supporto da remoto e i meeting online, è necessario spostare il focus.

 

Secondo Kornelius Brunner, Head of Product Management di TeamViewer, la Giornata Mondiale del Backup è un’iniziativa molto importante e utile. “Tuttavia, in una situazione di crisi, i backup sono inutili se i dati non possono essere ripristinati adeguatamente”, ha spiegato. 

 

Nella migliore delle ipotesi, coloro che hanno bisogno di ore se non giorni per ripristinare i dati non faranno altro che perdere tempo; nella peggiore, il business ne risentirà e finiranno per perdere i propri contatti. Inoltre, il ripristino dei dati deve essere il più veloce e semplice possibile, sia che si svolga su un hard disk esterno o tramite un programma di backup online come airbackup.

 

Ciò è particolarmente vero per gli utenti meno esperti di IT. “Se il processo di ripristino è troppo elaborato, va contro il concetto di base del backup,” ha continuato Brunner. Gli utenti dovrebbero acquisire questa consapevolezza. Piuttosto che essere semplicemente soddisfatti della presunta sicurezza di un backup, dovrebbero considerare se e in quanto tempo possono effettuare il backup dei dati. Questo è il motivo per cui Brunner sta conducendo una campagna per cambiare la Giornata Mondiale del Backup in Giornata Mondiale del Ripristino.   

 

Oltre alla semplicità, un altro criterio da considerare è la flessibilità del backup. Gli utenti devono poter ripristinare i propri dati esattamente dove desiderano. Inoltre, il backup dovrebbe essere supportato da uno strumento di ricerca.

 

“Testare il ripristino è importante per far sì che l’azienda possa rispondere, velocemente ed efficacemente, alle situazioni di emergenza. Dopo tutto il backup è efficace tanto quanto è esperto l’utente che lo gestisce”, ha spiegato Brunner. “Tuttavia, effettuando backup e procedure di ripristino regolari, è possibile proteggersi efficacemente da conseguenze estremamente spiacevoli associate alla perdita dei dati”.