Share via email

FLIR

Ogni anno dal 1987, team da tutto il mondo partecipano alla World Solar Challenge in Australia. Si tratta di una competizione amichevole durante la quale i team partono da Darwin con veicoli ad energia solare da loro progettati e costruiti, con l’obiettivo di arrivare primi ad Adelaide, lungo un percorso di circa 3.000 Km verso sud.

Solar Team Twente, un gruppo di 16 studenti provenienti dalle due Università olandesi The Saxion University of applied sciences ed University of Twente, hanno messo in stand by i loro studi per un anno e mezzo con lo scopo di raggiungere la prima vittoria come quinto team dell’Università di Saxion e Twente a partecipare dal 2005 e si sono qualificati al terzo posto nella competizione nella categoria Challenger.

Una delle tecnologie utilizzate nel processo di sviluppo del loro veicolo ad energia solare è proprio la termografia.

Solar Team Twente si caratterizza per essere un’impresa studentesca completamente indipendente. I membri del team progettano, costruiscono e testano il loro veicolo da soli e cercano opportunità per collaborare con istituzioni educative, con le imprese e con i media.  Il progresso tecnologico e l’innovazione sono assolutamente vitali per il team, che combina diverse tecniche in un complesso sistema per creare una macchina a energia solare.  La ragione principale per utilizzare la termografia nello sviluppo del veicolo solare è quella di confermare che le diverse parti della macchina stiano funzionando come calcolato e in accordo con le specifiche definite dagli organizzatori della World Solar Challenge.

Le termocamere FLIR sono utilizzate in tutto il mondo per una vasta gamma di impieghi. Molti nuovi prodotti sono stati sviluppati grazie all’aiuto di una termocamera. Le termocamere sono utilizzate per catturare e registrare le variazioni in tempo reale, permettendo agli ingegneri e ai ricercatori di vedere e misurare accuratamente partner di calore, dissipazione, perdite ed altri fattori termici negli equipaggiamenti, prodotti e processi.

Solar Team Twente ha utilizzato la termocamera FLIR T450sc con un blocco ottico rotante, interfaccia touchscreen e con una risoluzione di 320×240 pixel. Le termocamere palmari sono perfette per il test sul campo “Utilizzare questa termocamera è stato conveniente in quanto abbiamo potuto utilizzarla per test differenti in differenti luoghi” spiega Jelle Wagenvoort, Technical Manager e membro del team di management di Solar Twente “era la prima volta che lavoravamo con una termocamera e siamo stati molto contenti della qualità ed accuratezza delle immagini termiche”.

La termocamera FLIR T450sc può distinguere il cambiamento della temperatura anche quando inferiore ai 0.04° C. Sono equipaggiate con tecnologia di controllo allo stato dell’arte e avanzati algoritmi matematici per un’alta performance e misurazioni precise da -20°C a +1500°C.

Grazie alla termocamera è stata misurata la crescente temperatura delle staffe a differenti velocità  in modo tale che fosse possibile confermare la loro idoneità rispetto alle specifiche del regolamento. Inoltre è stata ispezionata l’ingegneria della macchina solare tramite la termocamera, nel momento in cui è stata testata la sua capacità massima. “Nonostante il sistema ingegneristico del veicolo abbia i sensori di calore installati, un’immagine termica fornisce molte più informazioni” afferma Chiel De Wit,  Chief Product di Solar Team Twente.

“Minore è l’energia che le diverse parti della macchina utilizzano durante la gara, maggiore sarà l’energia disponibile per guidare il veicolo solare” dichiara Wagenvoort. “Abbiamo utilizzato la termocamera per testare le componenti elettroniche della macchina per capire quali di essere consumano la maggiore energia e decidere se potessero essere modificate o sostituite”.

I pannelli solari sul veicolo solare, convertendo l’energia solare in elettricità, sono senza dubbio la parte più importante. Le celle fotovoltaiche devono essere affidabili ed in grado di produrre elettricità per tutte la durata della gara. Una termocamera può giocare un ruolo importante per assicurare buona qualità. L’utilizzo delle termocamere per la valutazione dei pannelli solari offre una serie di vantaggi: le anomalie possono essere facilmente identificate su un’immagine termica – al contrario della maggior parte dei metodi –  e le termocamere possono essere utilizzate per controllare i pannelli durante il funzionamento.

 

“L’uso di un termocamera ci ha aiutati molto durante lo sviluppo della nostra macchina solare” continua De Wit “Senza l’utilizzo di un termocamera non avremmo potuto sapere se alcune componenti stavano lavorando così come pensavamo stessero facendo”.

L’utilizzo di una termocamera non è solo una valida aggiunta tecnologica nella fase di sviluppo del veicolo solare, ma anche durante la gara.