Share via email

hashtag

Con oggi si apre una piccola rubrica settimanale che ogni lunedì cercherà di fare una panoramica su quelli che sono stati i trending topic su Twitter nella settimana precedente. Musica, sport, politica, cultura, spettacolo tutto può essere tradotto in hashtag e tutto può diventare popolare sul social dei cinguettii, anche qualcosa su cui mai avremmo scommesso.

#BelgioItalia, #Tifiamoinsieme, #BELITA: l’esordio della nostra nazionale a EURO2016 ha monopolizzato l’attenzione dei twittatori seriali e non che hanno dato sfogo alla loro fantasia prima, durante e dopo la partita. Certo la popolarità di questi hashtag è stata aiutata dalla bella vittoria degli azzurri sul Belgio di Hazard e De Bruyne che, sebbene favorito, è uscito malconcio dallo scontro con la nostra nazionale.  Molto carino l’# sponsorizzato da Coca-cola #tifiamoinsieme che ha accompagnato quello ufficiale della UEFA, #BELITA, e quello emerso organicamente, #BelgioItalia

#Gomorra, #Gomorra2: il 14 giugno è stata la giornata di Gomorra. La seconda stagione della fortunata fiction si è chiusa con ascolti record e con un boom di tweet dedicati. I social sono a dir poco impazziti, divisi fra coloro impazienti di capire come si sarebbe chiusa la seconda stagione e quelli che già ne piangevano la fine. La produzione, forte dei risultati strepitosi fatti registrare dalla serie ispirata al primo romanzo di Roberto Saviano, ha già annunciato l’intenzione di girare la terza e la quarta stagione.

#Start15luglio: questo # rappresenta l’inizio di un countdown, il raggiungimento di un traguardo e anche una grande sfida. Il protagonista di questo caos emotivo-esistenziale è Luca Chikovani, giovane promessa della musica italiana, la cui ascesa discografica è iniziata su YouTube. Il 15 luglio prossimo uscirà “Start”, il suo primo album, e così a un mese esatto dal debutto, il talentuoso ventunenne ha voluto iniziare questo countdown annunciando ai suoi fan (113.000 su YouTube e oltre 230.000 su FB) la grande notizia.

#invalsi2016: il popolo di twitter si è letteralmente scatenato il 16 giugno, giorno in cui si sono tenuti i Test Invalsi per le scuole medie. I tweet dei ragazzi relativamente alle domande della prova di quest’anno sono stati a dir poco esilaranti. Dalla principessa Elsa di Frozen agli struzzi, passando per l’uso delle mollette per stendere i panni, l’ironia dei giovani tweeter italiani non ha risparmiato niente e nessuno.

#ItaliaSvezia, #ITASVE: nella poco rassicurante giornata di venerdì 17, l’Italia ha giocato la sua seconda partita a EURO2016. Nonostante l’incontro iniziasse alle 15.00, fin dalla mattina, i tifosi più sfegatati, tweeter addicted, ma anche i cinguettatori meno assidui hanno invaso il social con tweet dedicati alla partita degli azzurri. Ancora una volta a prevalere sembra essere stato non l’hashtag ufficiale della UEFA (#ITASVE), ma #ItaliaSvezia, che si è imposto da solo e in modo organico al grande pubblico. Inutile dire che l’apice è stato toccato nel momento in cui Eder ha segnato il gol del vantaggio, che è valso la vittoria per i nostri azzurri e il primo posto del girone E.

#WeStandWithOrlando: sicuramente il topic più importante della settimana, legato alla terribile strage di Orlando in Florida, nella quale sono stati uccisi 49 ragazzi e altri 53 sono rimasti feriti. La carneficina si è consumata all’interno del locale gay Pulse ed è stata compiuta da Omar Mateen, americano di origine afgana, che avrebbe sparato contro i clienti del pub mosso da ragioni connesse all’omofobia e, forse, intenti terroristici. Il web intero si è stretto virtualmente intorno alle famiglie delle vittime, ai feriti e a coloro che sono scampati miracolosamente alla strage, promuovendo veglie, manifestazioni e iniziative di vario genere in ogni angolo del globo, il cui filo conduttore è stato appunto l’hashtag #WeStandWithOrlando.