Share via email

big

Di tutte le giornate nere, il Black Friday è sicuramente quella più amata dagli appassionati di shopping, dai negozianti e dai marchi della grande distribuzione. Tradizionalmente, negli Stati Uniti, il giorno dopo il Thanksgiving segnava per i venditori lo spartiacque fra il periodo delle perdite e quello più redditizio dell’anno. A partire dal Ringraziamento, i libri contabili iniziavano a diventare neri come la pece, segno di ottimi incassi per i proprietari di negozi e per i produttori, e sintomo di grandi acquisti per i clienti.

Col passare del tempo questa tradizione è andata consolidandosi, diventando un appuntamento assolutamente irrinunciabile per coloro che vogliono fare affari dando fondo ai loro portafogli. Ormai il Black Friday è diventato un fenomeno talmente di massa, che viene celebrato in ogni angolo del globo. Grazie a internet, questa giornata dedicata agli acquisti ha oltrepassato i confini statunitensi diventando popolare in tutto il mondo, anche in quei Paesi che il Thanksgiving non l’hanno mai sentito nominare.

Dai viaggi all’abbigliamento, dalla tecnologia ai libri, dal cibo all’arredamento, ogni tipologia di merce può essere soggetta alle dinamiche da “venerdì nero”. La cosa ha preso talmente piede che ormai non passiamo più parlare di una sola giornata, ma dobbiamo considerare almeno una decina di giorni.

Ma cosa si aspetta la gente dal Black Friday? Che domande, sconti, occasioni d’oro e prezzi stracciati. Il problema è che in questi giorni di grandi acquisti, un po’ come avviene durante i saldi, bufale e sole sono sempre dietro l’angolo, quasi fossero un’appendice imprescindibile. Del resto, nel gigantesco volume di affari generato nella settimana del Thanksgiving, è inevitabile che ci sia qualche mela marcia.

Nel nostro Paese, si stima che oltre il 30% della popolazione si farà tentare dalle offerte del venerdì nero, spendendo cifre che andranno dai 200 ai 300 euro. A farla da padroni sono i grandi marchi dell’e-commerce. Amazon, Alibaba, Ebay e Zalando aspettano il Black Friday come se fosse Natale. Anzi probabilmente molto di più visto che a Natale sono in molto a prendersi un giorno di pausa dalla rete e anche dagli acquisti online. Secondo alcuni dati, quest’anno negli Stati Uniti i beni venduti online supereranno quelli acquistati nei negozi.  Lo scorso anno Amazon Italia ha fatto segnare numeri da capogiro: 12 prodotti venduti ogni secondo per un totale di 1,1 milioni di oggetti venduti. Fra gli articoli più gettonati ci sono stati anche gli elettrodomestici. Pensate che ne sono stati venduti talmente tanti da superare in altezza il Burj Khalifa.

Numeri importanti, che però non sono così sorprendenti se guardiamo a quelli che macinano ogni giorni i più importanti colossi dell’e-commerce. Nel giorno dedicato ai single, Alibaba ha incassato oltre 25 miliardi di dollari, polverizzando il record dell’anno precedente che si aggirava attorno ai 18 miliardi. In Italia, le previsioni per il 2017 sono estremamente rosee. Quest’anno, nel nostro Paese, l’e-commerce B2C dovrebbe valere circa 23,4 miliardi di euro, ovvero il 20% in più dell’anno scorso e il doppio rispetto al 2013. E pensare che fino a pochi anni fa parlare di commercio elettronico sembrava roba da fantascienza.

Al primo posto fra i beni più comprati su internet ci sono i viaggi (voli, pernottamenti etc) mentre al secondo posto si posizionano i prodotti hi-tech. Un comparto talmente importante quello tecnologico che ha spinto le case produttrici e i big del commercio online a creare un appuntamento dedicato esclusivamente alle vendite di questi prodotti. Nel 2005, è nato il Cyber Monday, giorno in cui gli amanti della tecnologia possono sfogare i loro più “insani appetiti”.

E l’acquisto è sempre più facilitato dal proliferare di tantissime app per lo shopping che aiutano i clienti a rimanere sempre a un click dall’acquisto del libro appena uscito, del gadget di tendenza o del weekend perfetto in qualche delizioso angolo di mondo.

Viste le premesse, resistere alla tentazione di acquistare qualcosa diventa veramente difficile. Che fare? Forse la soluzione migliore è prendere spunto dal grande Oscar Wilde che diceva di sapere resistere a tutto tranne che alle tentazioni. In ogni caso buon Black Friday a tutti.