Share via email

hashtag

Tantissimi gli argomenti che hanno suscitato l’interesse dei tweeter italiani nella settimana appena trascorsa. Fra i trending topic, tanta politica, qualche miracolo, l’immancabile calcio e il ritorno di Claudio Baglioni sul palco dell’Ariston.

#DiMaioPremier: Di Maio annuncia la sua candidatura ufficiale alle primarie del Movimento 5 Stelle e i tweeter italiani si dividono, fra coloro che lo sostengono e quelli che ironizzano. Già perché a parte i supporter dei pentastellati, il resto dei cinguettatori italici non ha dimenticato le innumerevoli gaffe inanellate in questi anni dal vicepresidente della Camera. Peraltro , ancora lunedì, Gigino, come lo chiamano i suoi detrattori, non aveva avversari e questo non sembrava essere un gran esempio democratico. Alla fine, Di Maio ha vinto a mani basse, conquistando oltre 30.000 voti su 37.000 votanti, Grillo ha incoronato il vincitore via web e i pentastellati vissero tutti felici e contenti. O forse no?

#SanGennaro: il miracolo si è ripetuto come da copione. Il sangue di San Gennaro si è liquefatto, come ogni anno dai tempi di Costantino I, salvando la città dai cataclismi peggiori. Il miracolo del santo patrono della città partenopea si rinnova da tempo immemorabile, tre volte all’anno, facendo tirare un sospiro di sollievo a tutti i napoletani. Tra i vip presenti quest’anno alla celebrazione in Duomo, anche Luigi Di Maio, che ha baciato l’ampolla miracolosa forse come buon auspicio per le imminenti primarie pentastellate.

#Catalogna: caos in Catalogna in attesa del referendum sull’autonomia. Mercoledì 20 settembre, la Guardia Civil spagnola ha arrestato 14 persone fra cui il vicepresidente catalano e ha sequestrato migliaia di schede referendarie. Il presidente Puigdemont ha parlato di violazione della democrazia affermando che il governo spagnolo ha oltrepassato quella linea sottile che separa la tutela della costituzione dalla repressione antidemocratica. Ovviamente Madrid giustifica la sua decisione con la necessità di difendere l’unità nazionale, minacciata da un referendum del tutto incostituzionale. Per capire come andrà a finire questa storia, che potrebbe spaccare la Spagna e far esplodere una vera e propria bomba anche in Europa, dovremo attendere il primo ottobre.

#StephenKingDay: Il genio dell’horror, Stephen King, ha compiuto 70 anni e Twitter ha giustamente celebrato quello che è uno degli autori più prolifici, venduti e letti di tutti i tempi. Non solo. Dai romanzi di King sono stati tratte innumerevoli trasposizioni cinematografiche e televisive, che sono diventate dei campioni d’incassi al botteghino e delle pietre miliari del cinema e della TV.

#Sanremo2018: Claudio Baglioni sarà il direttore artistico e il presentatore di Sanremo 2018 che si svolgerà dal 6 al 10 febbraio nella consueta cornice del teatro Ariston. Dopo cinque anni di direzione artistica e conduzione da parte di due volti noti della TV come Fabio Fazio e Carlo Conti, la Rai ha pensato di tornare alla musica affidando tutto a un big come Claudio Baglioni. La scelta è stata benedetta anche dal collega Gianni Morandi, già presentatore del festival nel 2011 e nel 2012, nonché conduttore con Baglioni dello spettacolo musicale Capitani coraggiosi. Nonostante il plauso del ragazzo di Monghidoro, sono in molti a nutrire seri dubbi sulla scelta fatta a viale Mazzini.

#SpalNapoli: La Spal di mister Semplici fa soffrire il Napoli di Sarri, che comunque riesce a strappare un 2-3 che vale il mantenimento del primo posto in campionato. Il gol decisivo arriva a otto minuti dalla fine ed è a firma di Ghoulam, che salva i partenopei da un pareggio con la neopromossa squadra ferrarese.

#ElezioniGermania: la Germania continua a scommettere su Angela Merkel. Domenica 24 settembre, gli elettori tedeschi, chiamati alle urne per eleggere il parlamento nazionale, hanno deciso di confermare la fiducia alla leader dello CDU, che dunque si prepara ad affrontare il suo quarto mandato come cancelliere. Tracollo dei socialdemocratici guidati da Schulz, che pur rimanendo secondo partito vedono avvicinarsi pericolosamente l’estrema destra di Alice Weidel che ha già annunciato come prima iniziativa in parlamento la formazione di una commissione d’inchiesta sull’immigrazione. Tempi duri per tutti dunque, anche per Angela che per governare dovrà comunque coalizzarsi con liberali e verdi, anche per arginare l’arrembaggio dell’ultradestra nazionalista.