Nuova ricerca McAfee: i genitori ignorano le loro stesse preoccupazioni sulla condivisione online delle immagini dei propri figli

Milano, 5 settembre 2018 – McAfee, azienda specializzata nella sicurezza informatica dal singolo dispositivo al cloud, annuncia oggi i risultati di un recente sondaggio, The Age of Consent, dedicato alle problematiche relative alla pubblicazione online delle foto di bambini. Dai risultati del report emerge che il 30% dei genitori pubblica sui social media una foto o un video del proprio bambino almeno una volta al giorno, con il 12% che pubblica anche quattro o più volte al giorno: un segnale preoccupante dell’entità dell’esposizione dei bambini sul web. La maggior parte dei genitori ha identificato i seguenti problemi associati alla condivisione di immagini online, tra cui pedofilia (49%), stalking (48%), rapimento (45%) e cyberbullismo (31%), ma molti genitori (58%) non considerano nemmeno se il figlio è d’accordo sulla pubblicazione online della propria immagine. Infatti, il 22% dei genitori ritiene che il figlio sia troppo giovane per decidere se la propria immagine debba essere condivisa online, e un altro 19% ritiene che debba sempre essere il genitore a decidere.

Leggi tutto »

Download  

Share via email
Immagini

Non giocare con la cybersecurity. Da McAfee uno studio e i suggerimenti per giocare online in sicurezza

Un nuovo studio realizzato da McAfee mostra che mentre una larga maggioranza di genitori (95%) è preoccupata per i rischi a cui sono esposti i propri figli mentre giocano ai videogiochi online – tra cui l’esposizione a contenuti inappropriati o al possibile contatto con malintenzionati – ammettono di permettere ai propri figli di giocare ai videogiochi. Il 92% dei genitori consente ai propri figli di giocare almeno un’ora di videogiochi al giorno, mentre l’8% permette ai propri figli di giocare più di cinque ore al giorno. In media, i bambini giocano ai videogiochi per 2,13 ore al giorno, cioè quasi 15 ore la settimana.

Leggi tutto »

Download  

Share via email
ImmaginiAltri documenti

McAfee collabora con i leader del settore con una base clienti di oltre 400 milioni di utenti

In occasione del Mobile World Congress (MWC) 2018, McAfee, fornitore di cybersecurity dal singolo dispositivo al cloud, presenta il McAfee Mobile Threat Report secondo cui nel terzo trimestre del 2017 sono state rilevate oltre 16 milioni di minacce mobile – quasi il doppio rispetto allo scorso anno. Al fine di proteggere il crescente numero di dispositivi consumer a rischio di attacco, McAfee annuncia oggi anche alcune collaborazioni essenziali per garantire che la sicurezza sia integrata nei singoli dispositivi e nelle reti. È oggi più importante che mai una stretta collaborazione a livello di ecosistema per proteggere i consumatori di tutto il mondo da questi attacchi e per garantire loro la tranquillità.

Leggi tutto »

Share via email

Il report McAfee Labs individua negli exploit noti e nelle minacce fileless i responsabili dei nuovi picchi di malware

McAfee, una delle principali società di sicurezza informatica indipendenti a livello globale, ha recentemente pubblicato il proprio McAfee Labs Report sulle minacce: Dicembre 2017, che esamina la crescita e le tendenze di nuovi malware, ransomware e altre minacce diffuse nel corso del terzo trimestre 2017. McAfee Labs ha osservato il malware raggiungere il massimo storico di 57,6 milioni di nuovi campioni – quattro nuovi esemplari ogni secondo – e l’emergere di nuove minacce, tra cui nuovi malware fileless che utilizzano macro dannose, una nuova versione del ransomware Locky soprannominata Lukitus, e nuove variazioni dei trojan Trickbot e Emotet. Inoltre, le minacce indirizzate allo sfruttamento delle vulnerabilità Microsoft sono state molto elevate nonostante il fatto che il fornitore della piattaforma abbia affrontato questo problema rendendo disponibili le patch già nel primo trimestre dell’anno.

Leggi tutto »

Share via email

McAfee Labs anticipa le cinque principali tendenze della cybersecurity per il 2018

McAfee Inc. ha rilasciato oggi il report McAfee Labs: Previsioni sulle minacce per il 2018 che identifica le cinque principali tendenze da tenere d’occhio il prossimo anno. Il report di quest’anno si concentra sull’evoluzione del ransomware dagli usi tradizionali a nuovi campi di utilizzo, sulle implicazioni di sicurezza delle applicazioni serverless, sulle ripercussioni sulla privacy in vista della possibilità di tenere traccia delle abitudini degli utenti all’interno delle loro abitazioni, sulle implicazioni a lungo termine delle aziende che raccolgono contenuti generati dei bambini e sull’emergere di una gara all’innovazione tra difensori e criminali informatici nell’apprendimento automatico.

Leggi tutto »

Share via email