Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Cresce l’interesse internazionale per MAAM, l’unico programma di formazione digitale per le aziende che trasforma maternità e paternità in un master in competenze chiave

Milano, 5 novembre 2018. Life Based Value – società italiana che opera nel settore HR Tech con il brand MAAM – è tra le selezionate per l’evento Made in Italy 2.0.2.0, organizzato da iStarter oggi 5 novembre a Londra per presentare e promuovere i migliori progetti digitali del nostro Paese all’estero agli oltre 50 fondi d’investimento internazionali presenti.

 

Continua, così, per Life Based Value un anno importante di crescita e di riconoscimenti, partito lo scorso febbraio con una campagna crowdfunding tra le migliori in Italia nel 2018 e che ha permesso di ottenere più di 450.000 euro da 101 soci. Con l’ingresso di nuovi investitori nella compagine, oggi Life Based Value ha raggiunto un aumento di capitale di 1.000.000 euro, e si appresta a completare questo primo round di crescita che le consentirà di investire sull’espansione internazionale.

 

Fondata nel 2015, Life Based Value (LBV) conta oggi più di 40 aziende clienti in Italia, oltre 4.500 utenti attivi nel percorso formativo e ha test in corso in 23 Paesi, a conferma che il mercato apprezza l’inedita idea alla base di MAAM, che non ha eguali al mondo.

 

MAAM si basa su una piattaforma digitale proprietaria e su un metodo di apprendimento “Life-Based” che valorizza la vita – e, in particolare, l’esperienza genitoriale – come palestra per lo sviluppo e il rafforzamento di competenze: 24 moduli formativi online in modalità micro-learning, tra cui 12 “palestre” digitali per allenare le soft-skill più ricercate nel mondo del lavoro.

 

Con MAAM, le competenze dei partecipanti crescono fino al +35% e, con esse, crescono la motivazione (+54%), l’energia e la capacità di gestire la complessità organizzativa (+75%). È provato che con dipendenti più motivati migliorano le performance aziendali (+16%), si riduce il pericolo di burnout (-125%) e aumentano la soddisfazione e la fidelizzazione verso la propria azienda (+46%)*. Un altro recente studio McKinsey & Company e Ashoka (The Skilling Challenge, 2018) cita MAAM tra le 10 migliori esperienze di “reskilling” al mondo, valorizzandone l’unicità e il carattere di scalabilità e inclusività, che la rendono una soluzione ottimale per il mercato HR.

Riccarda Zezza dichiara: “Abbiamo compiuto da poco 3 anni e siamo orgogliosi di presentarci come scale-up all’evento Made in Italy 2.0.2.0. Il mondo della formazione aziendale sta vivendo profonde trasformazioni: la sfida di oggi è far risparmiare tempo ed energia alle persone, formandole senza bisogno di portarle in aula e valorizzando ogni momento della loro vita sempre più complessa. Il nostro metodo fa proprio questo, e perciò dà risultati che si stanno rivelando interessanti in tutto il mondo”.

 

Le scaleup selezionate per questa terza edizione di Made in Italy 2.0.2.0 sono state collocate in 3 aree di interesse. MAAM si trova nella categoria Digital Lifestyle che riunisce le aziende che hanno dimostrato attraverso i loro prodotti/servizi di avere un impatto sociale sullo stile di vita delle persone.

Ulteriori informazioni sull’evento Made in Italy 2.0.2.0 di iStarter si trovano qui.

******

Life Based Value srl è la startup innovativa, nata a ottobre 2015, che promuove iniziative formative per aumentare il capitale umano nelle aziende. LBV è vincitrice del premio Social Impact Award del Sole 24 Ore e Fellow di Ashoka, la rete internazionale che seleziona le migliori innovazioni sociali nel mondo.

MAAM è il primo programma al mondo che trasforma la genitorialità in un master in sviluppo di competenze trasversali. Un programma blended (digital + real life) utilizzato da 40 aziende in Italia – tra cui Poste Italiane, Unicredit, ENEL, Unipol, Coca-Cola, OVS – con oltre 4.000 partecipanti tra mamme e papà di bambini da 0 a 3 anni.

 

Per ulteriori informazioni

Life Based Value: Milena Pellegatta (338/2956735 – mpellegatta@maam.life)

Prima Pagina Comunicazione: Vilma Bosticco (335/6021268 – vilma@primapagina.it)

Elisa Pagano (348/5601262 – elisa@primapagina.it)