Share via email

Cinisello Balsamo (MI), 4 ottobre 2018 –  Oracle partecipa a Maker Fair Rome, in programma dal 12 al 14 ottobre prossimi alla Fiera di Roma, per presentare Proxima Smart City:  il modello di una smart city di nuova generazione, che può essere costruita con i “mattoni” del cloud, creando una piattaforma tecnologica aperta e autonoma su cui realizzare servizi  realmente innovativi.Proxima Smart City è un modello di città costruito con Lego, cablato e connesso con sensori e gateway open source (Arduino, Raspberry PI) collegato a servizi cloud di Oracle.

Presso lo stand di Oracle è possibile prendere parte a una demo guidata per seguire i “passi” di un cittadino di Proxima Smart City, rappresentato da un robottino, che vede migliorata la sua giornata dal momento di andare al lavoro a quello di tornare a casa grazie a una infinità di nuove opportunità.

Alcuni esempi sono:

  • sensori che permettono di regolare l’illuminazione stradale in funzione del passaggio delle vetture;
  • un Digital Assistant per interrogare una applicazione basata sul machine learning in grado di indicare la disponibilità di parcheggio;
  • sistemi di computer vision che aumentano la sicurezza;
  • strumenti per monitorare i parametri ambientali, ma anche per gestire in modo più efficace il ritiro dei rifiuti;
  • applicazioni che integrano informazioni turistiche, commerciali, sui trasporti per migliorare la qualità della vita… e molto altro ancora.

La particolarità dell’esperienza nel modello Proxima Smart City nasce dal fatto che ogni servizio è erogato attraverso una piattaforma cloud “autonoma”;  capace di apprendere, auto gestirsi e auto ripararsi grazie alle possibilità del machine learning; arricchita in modo pervasivo di intelligenza artificiale.

Si tratta di tecnologie che suonano e sono ancora in parte “futuristiche”, ma le esperienze che il cittadino di Proxima City vive durante la demo si basano su casi d’uso reali, che oggi sono già realizzabili.

Su una piattaforma aperta le possibilità di connettere sistemi e sensori si moltiplicano: si estrae da ogni dato più valore, perché possono essere usati per creare nuovi servizi ragionando in modo trasversale, non limitandosi a rendere “smart” un pezzettino di città alla volta” spiega Maria Costanzo, Innovation Business Solution Manager di Oracle.

Per quanto complessa, una smart city come Proxima ha la possibilità di funzionare in modo efficace, fluido e sicuro perché si basa su di una piattaforma cloud rivoluzionaria, che grazie all’intrinseca intelligenza, sa gestirsi, ripararsi e rendersi sicura in autonomia. Diventa una vera a propria city-as-a-platform in cui i dati che in tempo reale vengono raccolti , si combinano in modo intelligente e danno vita a nuovi servizi per il cittadino. Proxima City è la smart city potenziata dal machine learning, dall’intelligenza artificiale e dal valore aumentato dei dati”.

Migliorare la giornata di una turista un po’ sfortunata

Per fare un esempio della complessità, ma anche della naturalezza con cui si possono creare servizi nuovi che migliorano la qualità della vita delle persone, si può prendere ad esempio un “episodio” della giornata del nostro robottino.

Nel suo percorso in città durante la demo, il nostro robottino incontra una turista che, dovendo attendere l’arrivo del suo treno, ha deciso di fare un giro nel parco di fronte alla stazione.   Qui la signora chiede informazioni su un museo e il cittadino può fornirgliele attraverso un chatbot che indirizza a contenuti dedicati. Nel frattempo il treno della signora viene bloccato prima dell’arrivo, perché un sistema di computer vision ha individuato un ostacolo sui binari, da rimuovere;  grazie alla possibilità di incrociare i dati sul traffico treni, i dati dei passeggeri e informazioni sugli interessi della signora ottenute attraverso il chatbot turistico,  l’azienda di trasporti ferroviari può avvisare per tempo la signora e inviarle, a “risarcimento” dell’attesa prolungata che dovrà affrontare, dei biglietti gratis per il museo cittadino di cui ha chiesto informazioni.

La demo di Proxima Smart City è attiva durante le giornate di Maker Faire Rome aperte al pubblico, con sessioni che iniziano ogni ora, a partecipazione libera.