Download  

Share via email
Comunicato Stampa (PDF)

Gli amministratori IT possono ora accedere e controllare da remoto chioschi Android non presidiati, dispositivi palmari, digital signage e molto altro, in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo

TeamViewer®, il fornitore principale a livello mondiale di software per l’IoT, la connettività, il monitoraggio, il supporto e la collaborazione, annuncia di aver ampliato l’integrazione di TeamViewer per IBM MaaS360 con Watson per supportare l’accesso sicuro a dispositivi non presidiati, consentendo agli amministratori di configurare l’accesso permanente ai dispositivi remoti Android, senza che sia necessaria alcuna interazione da parte di chi utilizza i dispositivi. Gli amministratori di MaaS360 possono implementare TeamViewer aggiungendo l’applicazione Host al Catalogo dal Google Play Store e distribuirla sui propri dispositivi end-point. Gli amministratori, inoltre, possono provare TeamViewer gratuitamente per 30 giorni e procedere successivamente all’acquisto delle licenze direttamente tramite i canali di vendita IBM.

Grazie a Watson, MaaS360 fornisce un approccio AI/cognitivo alla gestione unificata degli end-point (UEM) e garantisce la sicurezza necessaria per l’attivazione degli end-point stessi, oltre che degli utenti e di qualunque altro dispositivo coinvolto. Una volta che TeamViewer viene configurato come strumento di assistenza remota all’interno di 27, gli amministratori IT possono accedere e controllare da remoto i dispositivi di cui hanno in carico la gestione. I sistemi operativi supportati (OS) includono: iOS, macOS, Android, Windows 10 Mobile, Windows 7, Windows 8 e Windows 10, con piani per il supporto dei dispositivi Windows 10 non presidiati entro fine 2018. Con questa release i dispositivi Android non presidiati sono ora supportati; mentre l’accesso non presidiato può essere utilizzato per accedere in remoto o controllare dispositivi autonomi, l’accesso presidiato on-demand sfrutta le approvazioni dell’utente del dispositivo per l’accesso remoto o il controllo e aiuta a identificare e risolvere rapidamente i problemi.

Le organizzazioni di tutto il mondo utilizzano MaaS360 per gestire decine di milioni di dispositivi. Tra questi vi è un numero significativo di chioschi che devono essere gestiti e aggiornati frequentemente. Il supporto remoto di TeamViewer per MaaS360 si inserisce in questo contesto, consentendo di diagnosticare e risolvere immediatamente un problema sui dispositivi non presidiati, risparmiando un intervento di ripristino in loco.

Dall’interno della console di gestione MaaS360, gli amministratori possono avviare un’azione di supporto remoto con un solo clic. Sui dispositivi presidiati gli utenti finali accettano la richiesta dell’admin di avviare una sessione per la risoluzione sicura del problema da remoto. Quando si utilizza la nuova funzione di accesso non presidiato, gli amministratori possono avviare un’azione sicura di supporto via etere (OTA) sui dispositivi dei chioschi Android senza l’intervento dell’utente. In questo modo, informazioni, ticketing, check-in, punti vendita (POS), digital signage, locker e dispositivi portatili sono accessibili in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo e i problemi possono essere risolti in modo rapido ed economico.

“Siamo entusiasti di lanciare questa nuova release con IBM in quanto consentirà ai clienti di gestire da remoto e ridurre i tempi di inattività di chioschi, dispositivi digitali e altri dispositivi basati su Android che funzionano senza essere presidiati”, afferma Alfredo Patron, VP Business Development di TeamViewer. “Confidiamo in una continua attività di innovazione con IBM e nell’introduzione di altre soluzioni sul mercato”.

 

Il prossimo 28 agosto IBM ospiterà un webinar di approfondimento sull’integrazione di TeamViewer all’interno della piattaforma MaaS360.

 

Per ulteriori informazioni e per registrarsi collegarsi al link seguente https://ibm2.webex.com/ibm2/onstage/g.php?MTID=ec047218e453e0cb21deb5d6f2cac934a.